Pro Piacenza, situazione assurda: Maspero allena un gruppo di giovani

11.01.2019 18:00 di La Redazione Twitter:   articolo letto 1458 volte
Fonte: Sport Piacenza
Maurizio Pannella
Maurizio Pannella

Tre partite alle quali i calciatori hanno deciso di non presentarsi ed una quarta, quella in programma domenica prossima contro l'Alessandria, che rischia di portare all'esclusione nel caso in cui il Pro Piacenza decidesse di non presentarsi. Epilogo paventato un po' da tutti ma il portale Sport Piacenza fa il punto della situazione in casa rossonera raccontando uno scenario che appare davvero sorprendente e che, probabilmente, rischierebbe di falsare ulteriormente un campionato già disastrato. "I rossoneri convincono 12 giocatori delle giovanili, ma rimane il problema di dove giocare. L'11 gennaio scatta lo svincolo di autorità per chi ne aveva fatto richiesta, al Siboni il tecnico Maspero guida una pattuglia di giovani tolti dalla Berretti che sabato non potrà giocare. Rimane però la grana stadio, se il Pro non paga il Piacenza chiude il Garilli". "Nonostante la situazione ampiamente sotto zero - scrive Sport Piacenza - il presidente del Pro Piacenza, Maurizio Pannella, con un paio di nuovi collaboratori e il benestare del tecnico Maspero, ha deciso di tentare il tutto per tutto al fine di evitare la radiazione e ha messo insieme una decina di giovani svuotando totalmente la BerrettiIeri era in programma un incontro tra i delegati dell’Assocalciatori e i ragazzi della Berretti che hanno detto «sì» a Pannella, ma non se ne farà nulla perché i genitori dei ragazzi, evidentemente convinti dal timoniere di via De Longe, non hanno fatto richiesta scritta all’AIC per questo incontro che non può avvenire. L’obiettivo doveva essere quello di far comprendere ai giovani che questa non è un’opportunità, ma tant’è. Agli ordini di Maspero si sono radunati: il portiere Di Maio, i difensori Mossini e Hoxha, il terzino sinistro Abou, i centrocampisti Foppa e Maserati, l’attaccante Amabile. A questi vanno aggiunti i centrocampisti Longon (2000, ex Giana) e Keita (’98 già del Pro) per un totale di 8 giocatori. Della prima squadra al momento hanno risposto presente il portiere Bertozzi e il centrocampista Buongiorno, a cui aggiungere Bussone che rientra dal prestito all’Ostia, e il trequartista Perrotti, così la pattuglia di ragazzi sale a 12. In teoria si potrebbe salire a 15 elementi, molto dipende dalle decisioni dei “vecchi” Ledesma, Sicurella e Volpicelli".