La top 11 della serie C

10.10.2018 10:00 di Andrea Pardini  articolo letto 365 volte
La top 11 della serie C

La sorpresa Pro Piacenza aggancia in vetta la Carrarese. Prove di forza di Novara e Pro Vercelli. In generale comunque grande equilibrio nel turno appena trascorso. Ecco i protagonisti della giornata:

Portieri

Pelagotti (Arezzo): ancora una volta fa la differenza. Respinge il rigore, ma non solo. Tanti altri interventi di qualità.

Difensori

Mammarella (Pro Vercelli): il piede è da categoria superiore e si nota subito. Tra assist pregevoli e tanta qualità, da un contributo prezioso.

Pandolfi (Arzachena): concentrato e puntuale negli interventi, gioca con grinta ed è preciso in fase di impostazione.  Bella prova.

Sbraga (Novara): domina l’area di rigore, non concede nulla agli avversari. Praticamente un muro invalicabile.

Brignani (Pisa): nel grigiore neroazzurro emerge la sua prova. Ci mette personalità e anche qualità. Mostra il suo talento.

Centrocampisti

Toure (Juventus Under 23): sotto gli occhi di Nedved mette in mostra quantità e anche grande qualità. Mette la gara in discesa con un perfetto inserimento, sfruttando al massimo l’assist di Pereira.

Zanchi (Pro Piacenza): splendido il tiro dalla distanza che vale il raddoppio. Un goal da premiare in un contesto di grande spessore.

Caponi (Pontedera): trascina la squadra, è l’anima dei granata. Decisivo col bolide dal limite.

Attaccanti

Volpicelli (Pro Piacenza): entra e stupisce tutti con uno slalom incredibile che affossa definitivamente il Gozzano.

Cacia (Novara): determinante. Si abbatte sulla partita come un uragano: prima in mischia poi con un perentorio stacco aereo. Lui ha fame di goal.

Morra (Pro Vercelli): tripletta da urlo, che stordisce l’ambiziosa Carrarese. Da distanza ravvicinata, due volte di testa, fa nettamente la differenza.