Gli stadi della serie B: il "Ciro Vigorito" di Benevento

04.07.2019 18:00 di Nicolò Gambassi   Vedi letture
Gli stadi della serie B: il "Ciro Vigorito" di Benevento

L'attuale stadio di Benevento, fino al 2010 conosciuto semplicemente come “Santa Colomba”, fu costruito tra il 1979 e il 1981, resistendo al grave sisma che colpì duramente la Campania e congedò definitivamente l'ormai obsoleto stadio “Meomartini”.

L'impianto fu inaugurato il 9 settembre 1979 con una gara amichevole disputata con l'Ascoli terminata in parità, uno a uno, di fronte a quasi 20.000 spettatori. A segnare il primo gol nell'impianto fu il libero giallorosso Paolo Saviano.

Lo stadio ha una capienza di oltre 15.000 posti anche se in realtà l'impianto avrebbe una capienza effettiva assai superiore (circa 25.000 posti) ma le recenti restrizioni in termini di sicurezza hanno di fatto limitato il numero di persone ammesse sugli spalti durante le gare.

L'impianto è coperto nella sola tribuna centrale ed è strutturato su due livelli. I tifosi di casa occupano la Curva Sud mentre agli ospiti è lasciata una parte della Nord sul lato verso la tribuna laterale .

Il “Santa Colomba” rimane uno stadio in grado di garantire un'ottima visuale del rettangolo verde ma è rimasto indubbiamente penalizzato dalle numerose vicessitudini societarie che si sono abbattute sul Benevento Calcio e che spesso hanno allontanato il pubblico dagli spalti.

I lavori di ristrutturazione allo stadio sono iniziati nel 2004 e hanno interessato diversi aspetti dell'impianto come l'eliminazione delle barriere architettoniche. Ulteriori lavori furono svolti nell'estate 2008 (tra cui il rifacimento completo del terreno di gioco) su iniziativa dei fratelli Vigorito, proprietari del Benevento Calcio: proprio alla memoria di Ciro Vigorito, amministratore delegato della società giallorossa, nonchè Presidente del settore giovanile, il Comune ha deciso di intitolare l'impianto nel novembre 2010.