Rassegna Stampa: i titoli dei quotidiani in edicola

12.05.2018 09:00 di Marco Pieracci Twitter:   articolo letto 2197 volte
Rassegna Stampa: i titoli dei quotidiani in edicola

La Rassegna Stampa di TuttoPisa.it è offerta da: Edicola Arturo Lagomarsini, Via Pietrasantina, Pisa. Questi i titoli dei quotidiani locali e nazionali in edicola questa mattina.

Il Tirreno - "Playoff: passano tutte le favorite". Pisa, domani test match con il Cenaia all'Arena (ore 11). Seconde squadre di Serie A in Lega Pro, blitz del commissario Figc: si parte già dalla prossima stagione. Davide Di Quinzio: "Gli spareggi? Questione di testa". Il centrocampista neroazzurro: "Stiamo lavorando tanto, arriveremo all'appuntamento con la giusta carica". Giovanili: "Berretti, fase finale: il Pisa ospite della Robur". L'Under 16 di scena domani a Pordenone, le due squadre Giovanissimi contro Pontedera e Arezzo. Amarcord: "Sabato 19 le Vecchie Glorie Neroazzurre si ritrovano a Porta a Mare". 

La Nazione - "Di Quinzio felice a metà". Parla il numero 10: "Dobbiamo essere liberi di testa e avere il coraggio di osare". E sul futuro: "Io sto bene qui, se la società mi vuole...". Aumento capienza, Filippeschi: "Firmerò la delega". Mille posti in più in Curva Nord e altri mille fra Gradinata e Tribuna.

La Gazzetta dello Sport - "Squadre B ufficiali, infuria la polemica". Lega B sul piede di guerra: "Blocchiamo il campionato". Ma Costacurta: "Riforma per colmare il gap". Le reazioni, Tommasi: "E' lungimirante chi vede una chance in questo progetto. Arriveranno sponsor e tv. E il brand Serie C potrà crescere". Agnelli: "Le squadre B sono un'esigenza per la crescita dei giovani". De Laurentiis: "Seconde squadre? Non in C dove spesso si gioca a...calci". 

Tuttosport - "Corrado: il Pisa è una religione". Il patron si confessa e ci rivela grandi progetti per il Pisa e il futuro della società nerazzurra. Il presidente entusiasta: "A Pisa il calcio è una religione. In città si parla solo del Pisa. Questa passione è una maxi spinta per chi investe". Il patron torinese del Pisa da bimbo giocatore della Juve non vede l'ora di riportare la società dove merita: "Se Petrone saprà condurci in Serie B dopo gli spareggi resterà alla guida squadra automaticamente". Il terzino dal futuro assicurato: "Birindelli corre sulle orme di papà". Già titolare a 18 anni: "Il sogno è la Champions con la Juve per battere babbo: lui non ci riuscì. Il mio idolo è sempre stato Nedved. Che brividi l'esordio col Toro in Coppa: tremavano le gambe".