Pisa-Ascoli 2-1. Un Pisa di cuore piega l'Ascoli di Mister Giordano

03.11.2013 16:30 di Claudia Marrone Twitter:    Vedi letture
 Pisa-Ascoli 2-1. Un Pisa di cuore piega l'Ascoli di Mister Giordano

IL TABELLINO

PISA (4-2-3-1): Provedel; Sabato (46' Caputo), Kosnic, Goldaniga, Pellegrini; Mingazzini (72' Forte), Sampietro; Favasuli, Giovinco (59' Bollino), Napoli; Arma. A disp: Pugliesi, Lucarelli, Melis, Cia. All: Pagliari
 
ASCOLI (4-3-3): Russo; Giacomini, Scognamillo, Rosania, Scalise; Gandelli (94' Scicchitano), Pestrin, Capece (90' Di Gennaro); Tripoli, Vegnaduzzo (74' Iotti), Falzerano. A disp: Pazzagli, Massei, Schiavino, Storani. All: Giordano
 
Arbitro: Rasia di Bassano

Marcatori: 43' Vegnaduzzo (A), 75' Kosnic (P), 93' (rig.) Favasuli (P) 

Note: presente l'ex DG Angelo Palmas. Angoli: 3-3. Ammoniti: Tripoli (A), Scognamillo (A), Rosania (A), Favasuli (P), Giacomini (A), Kosnic (P), Bollino (P). Espulsi: 89' Bollino (P) per proteste, 91' Rosania (A) per doppia ammonizione. Recupero: 0' pt / 3' st. Spettatori: 4300 circa.

 

Partita che, prima ancora dei fischi all'indirizzo di Mister Giordano, inizia con un coro al Presidentissimo Romeo Anconetani, di cui oggi ricorre il 14esimo anniversario della scomparsa e un saluto all'ultras Gianluca, che ha sconfitto pochi giorni fa una terribile bestia: il cancro.

Avvio di gara a ritmi piuttosto lenti, con i marchigiani che provano a oltrepassare la linea difensiva nerazzurra e si chiudono quando il Pisa oltrepassa la metà campo. Le uniche emozioni della gara le sta regalando una splendida Curva Nord, che non smette mai di cantare. Poco dopo la metà della prima frazione di gara, al termine di una buona azione sull'asse Arma-Napoli, quest'ultima calcia un bolide sulla traversa. Risponde Falzerano, che si beve la difesa nerazzurra e passa a Vegnaduzzo la palla del vantaggio ascolano.

Secondo tempo che inizia come il primo, poche emozioni. Il Pisa sta spingendo molto, ma non è concreto, l'Ascoli cerca di sfruttare gli spazi che i nerazzurri alle volte concedono. Ma Mister Pagliari non molla, sprona i suoi, e, dopo un errore di Forte che spreca sotto rete, Kosnic punisce la difesa ascolana segnado il goal del pareggio. Sullo scadere succede quello che tutta l'Arena voleva: Favasuli trasforma un rigore, e "vendica" Pisa da Mister Giordano.