Nel mirino del Pisa anche Francesco Cosenza. Il procuratore: "E' un profilo gradito alla società nerazzurra"

09.01.2019 16:30 di Andrea Martino Twitter:   articolo letto 2155 volte
Francesco Cosenza
Francesco Cosenza

Il Pisa è alla ricerca di un rinforzo di grande valore e lunga esperienza per il pacchetto arretrato. Nella prima parte della stagione la difesa è stato il reparto che ha ricevuto le maggiori critiche: i pochi ricambi e la scarsa abitudine a disputare partite dal peso specifico importante hanno provocato nella tifoseria nerazzurra più di un malumore. 

Ben prima della fine del 2018 anche il tecnico nerazzurro, Luca D'Angelo, aveva ammesso di dover necessariamente intervenire sul mercato per aumentare la qualità e le alternative in difesa. Una considerazione condivisa e sposata a pieno anche dai due uomini mercato della società, Giovanni Corrado e Roberto Gemmi. Sul loro taccuino sono stati appuntati molti nomi che corrisponderebbero al profilo di cui il Pisa necessita, e già da prima dell'apertura della finestra delle trattative di gennaio si sono mossi per sondare il terreno. Ai nomi circolati nei giorni scorsi (Ligi, Perticone, Giosa e Ceccaroni su tutti), potrebbe presto aggiungersene un altro.

Francesco Cosenza, roccioso difensore centrale classe 1986 di proprietà del Lecce, è un elemento che soddisfa sotto tutte le caratteristiche l'identikit del giocatore voluto dal Pisa. Forte fisicamente (187 centimetri), abituato a giocare sia un reparto a 3 che in uno a 4, il calciatore originario di Locri ha al suo attivo 179 presenze in B e 153 in Serie C. Nel suo palmares ci sono anche due campionati di C vinti (a Vercelli e a Lecce, lo scorso anno): un particolare di non poco conto, visto che nei piani del Pisa c'è proprio l'ambizione a risalire la classifica nei prossimi mesi partendo dal settimo posto attuale. Cosenza, dopo aver giocato da titolare nella stagione della promozione dei salentini, quest'anno è uscito dai radar di mister Liverani. Due presenze dal 1' in Coppa Italia, e poi soltanto 4 gettoni fino a fine dicembre in campionato. 

Raggiunto dalla redazione, il suo procuratore Danilo Caravello non ha dato conferme circa il contatto fra il Pisa e il Lecce, ma non ha smentito che alla società nerazzurra interessi il giocatore. "Al momento Cosenza è un patrimonio del Lecce, ma posso confermare che Gemmi e Corrado sono sulle tracce di giocatori dalle caratteristiche simili alle sue". "E' un ragazzo abituato a competere per la vittoria - prosegue Caravello - non ci sono state offerte formali da parte del Pisa, ma posso confermare che è un profilo molto gradito alla società nerazzurra, così come ad altre della stessa categoria". "Ripeto che Cosenza è un calciatore del Lecce - conclude il procuratore - di concerto con la società salentina quindi verranno prese in considerazione offerte di un certo tipo: una Serie C alta potrebbe corrispondere al suo valore, e nel novero dei club appartenenti a questa categoria c'è sicuramente il Pisa".