Massimiliano Alvini a TP: "Dal Pisa mi aspettavo di più, ma non deve smantellare la rosa"

Questo articolo è offerto da Palestra Zone Via Agostino Bassi 10, 56121 Pisa (zona Ospedaletto)
10.06.2018 13:30 di Lorenzo V. Twitter:   articolo letto 1193 volte
Massimiliano Alvini a TP: "Dal Pisa mi aspettavo di più, ma non deve smantellare la rosa"

Reduce dalla seconda stagione consecutiva sulla panchina dell'Albinoleffe, raggiungendo ancora una volta lo storico traguardo dei playoff, l'allenatore Massimiliano Alvini parla così dell'appendice di questo campionato facendo il suo pronostico sull'ultima casella libera per la promozione:"Credo che la favorita per la vittoria di questi playoff possa essere il Catania perché è una società importante con un organico altrettanto importante. Il Siena non è certo tagliato fuori visto il campionato fatto e la carica dopo la vittoria in extremis con la Reggiana, ma il ritorno al “Massimino” non sarà certo semplice per i bianconeri". 

Quali sono le squadre che ti hanno maggiormente deluso?

"Credevo che il Trapani potesse fare meglio vista la rosa che aveva, molto forte a mio avviso. Probabilmente anche l'Alessandria avrebbe potuto fare un po' meglio specialmente nei playoff dopo la vittoria per 3-2 nell'andata in casa della Feralpisalò. Ovviamente anche il Pisa credevo potesse fare meglio. Credo che queste tre in ottica playoff avevano la possibilità di fare di più".

Come giudichi il campionato dei nerazzurri?

"Il campionato del Pisa è stato molto strano con il Livorno che pareva averlo già vinto al giro di boa rischiando poi addirittura di perderlo. Il Pisa non ha mai colto l'occasione quando aveva la possibilità; fosse riuscito a mettere maggiore pressione agli amaranto nel loro momento difficile sarebbe stato importante. I nerazzurri avevano l'organico per lottare con i primi due. Non è un campionato deludente, ma di più poteva fare."

Per il prossimo anno meglio cambiare radicalmente rosa per non avere scorie o confermare un buon blocco?

"Il Pisa è arrivato terzo e darei continuità a questa rosa integrandola con quei giocatori che secondo la parte tecnica sono mancati. Questa può essere la scelta giusta per puntare a fare un campionato di vertice il prossimo anno perché il Pisa deve andare in serie B. Questo però non di diritto, ma è una piazza talmente bella e affamata di calcio che merita sicuramente categorie superiori. Ripeto, non credo che debba cambiare radicalmente rosa".

Per te invece seconda stagione da protagonista con una squadra come l'Albinoleffe

"Il campionato dell'Albinoleffe non lo devo guardare come risultato finale perché abbiamo chiuso la stagione regolare quinti davanti a Feralpisalò, Triestina e Pordenone. È un risultato straordinario e inaspettato alla vigilia. Siamo partiti bene e a dicembre eravamo terzi; quindi abbiamo avuto una lunga flessione con molti pareggi. Nella parte finale poi abbiamo fatto un exploit incredibile che ci ha portato a quella posizione".