Luca D'Angelo: "De Vitis è recuperato e giocherà in difesa"

09.02.2019 12:30 di Marco Pieracci Twitter:    Vedi letture
Luca D'Angelo
Luca D'Angelo

Il tecnico del Pisa Luca D'Angelo presenta in conferenza stampa la partita di domani con la Pistoiese: "Di Quinzio è un giocatore forte che attraversa un momento molto buono di forma però è squalificato e perciò lo sostituiremo con un giocatore che ha caratteristiche non simili ma ne ha altre buone e a mio avviso può mettere in difficoltà la Pistoiese. De Vitis è recuperato e gioca. Dobbiamo recuperare tutti gli infortunati perchè tra poco si saranno ancora più partite e avendo la rosa al completo sarà più semplice. Qualcuno sull'esterno giocherà anche qui con caratteristiche diverse, credo che a prescindere dalle assenze la squadra farà una buonissima partita. Meroni è una ipotesi per sostituire Lisi ma abbiamo altre soluzioni in serbo. De Vitis gioca in difesa anche domani, a centrocampo abbiamo una possibilità di scelta maggiore e per questo giocheranno altri in quel ruolo. Anche domani la gara sarà nelle nostre mani e dovremo essere bravi a sfruttare le nostre occasioni ed evitare quegli errori che ultimamente ci hanno penalizzato. La Pistoiese ha giocatori importanti e dovremo essere molto attenti nella fase difensiva. Non abbiamo mai pensato di aver perso Moscardelli, la sua doppietta è servita soprattutto per vincere la partita. Davide è solo un valore aggiunto e non sarà mai un problema per noi. Gamarra è un giocatore che ha buonissime qualità tecniche, deve riprendere il ritmo partita, avrebbe bisogno di giocare di più però anche lui può darci una grossa mano da qui alla fine. Izzillo nell'ultimo periodo dell'anno è stato fuori per infortunio ma è un giocatore di cui abbiamo una grande stima sia tecnica che umana e anche lui sarà importante per noi. Era molto richiesto ma nè io nè la società abbiamo pensato di cederlo. Ormai abbiamo fatto l'abitudine alle cose fatte male. Ci auguriamo che con l'avvento del presidente Gravina non accadano più situazioni di questo tipo: a Piacenza non giocheremo e poi aspetteremo quelle che saranno le decisioni sulla classifica che potrebbero essere penalizzanti per chi ha vinto e premianti per chi ha perso. Questo sarebbe un assurdo del calcio, mi auguro che non accada perchè non dovrebbe essere così però non posso farci niente, non sono io che decido".