Il Pisa che verrà, un centrocampo di qualità per la B

25.06.2019 19:00 di Marco Pieracci Twitter:    Vedi letture
Il Pisa che verrà, un centrocampo di qualità per la B

Sistemata la difesa con l'acquisto già ufficializzato del centrale Ramzi Aya, in scadenza col Catania, e quello praticamente definito del laterale destro della Virtus Entella Francesco Belli, le attenzioni del Ds Gemmi potrebbero concentrarsi sul reparto di centrocampo dove il nodo principale è quello relativo alla riconferma di Marius Marin. Il centrocampista classe '98 del Sassuolo è cresciuto in maniera esponenziale durante la stagione, diventando elemento quasi insostituibile per D'Angelo. Gli accordi stipulati col club di Squinzi nell'ambito della maxi operazione che portò in Emilia i giovani Campani, Bechini e Giani riconoscono al Pisa il 35% del cartellino. Una mossa lungimirante visto che nel frattempo il valore del giocatore è aumentato e adesso si dovrà ridiscutere la sua situazione. Il Sassuolo potrebbe decidere di riscattarlo interamente, lasciandolo poi al Pisa in prestito, oppure semplicemente prolungare di un altro anno quello attuale, rimandando la decisione definitiva al giugno 2020. I rapporti tra le due società sono ottimi e sicuramente verrà trovato un accordo che accontenterà tutti. Per il resto la linea mediana offre discrete garanzie: con le conferme di Verna, Gucher e Di Quinzio servirebbero solo un paio di ritocchi di qualità considerando anche la presenza in organico di Izzillo oltre a due jolly come De Vitis e Minesso. Senza dimenticare Zammarini, che il Pordenone non ha ancora riscattato.