Francesco Lisi: "Felice di discutere il rinnovo. Voglio la Serie B col Pisa"

20.03.2019 13:30 di Andrea Martino Twitter:    Vedi letture
Fonte: Il Neroazzurro - 50 Canale
Francesco Lisi: "Felice di discutere il rinnovo. Voglio la Serie B col Pisa"

L'ospite speciale negli studi di 50 Canale in occasione della diretta de "Il Neroazzurro" questa settimana è stato Francesco Lisi. Il numero 23 del Pisa Sporting Club si è soffermato a commentare la striscia positiva di risultati costruita dalla squadra, per poi analizzare la sfida di sabato prossimo contro la Carrarese.

"In carriera ho fatto quasi sempre l'esterno alto. Quest'anno mister D'Angelo mi sta proponendo come terzino, e io cerco di dimostrargli che fa la scelta giusta ogni volta che scendo in campo", afferma con umiltà il numero 23 nerazzurro. "Purtroppo non ho mai avuto la possibilità di esordire e giocare in Serie B - prosegue - quando ero a Piacenza ho fatto un paio di panchine ma non sono mai sceso in campo. Mi auguro di riuscire a centrare questo obiettivo qua a Pisa". "Personalmente so di dover migliorare sull'aspetto dei cross - spiega Lisi - i margini per progredire ci sono".

"Il mio carattere mi porta a dare sempre il 100% in campo - prosegue il numero 23 - anche se commetto degli errori, non mi abbatto. Fa parte del gioco. Il pubblico mi dà sempre una mano, mi dà sempre la carica, anche quando sbaglio: non soffro la pressione del tifo". "Sono arrivato a Pisa a gennaio 2018 e con la società siamo vicinissimi a rinnovare il contratto", svela il cursore di fascia. "La scadenza è a giugno 2020. La società mi ha proposto il rinnovo e sono stato felicissimo di discuterlo".

Francesco Lisi poi passa ad analizzare le prestazioni della squadra nelle ultime settimane, e spiega che "a Olbia avremmo potuto chiudere la partita molto prima del finale. Dobbiamo migliorare su questo particolare, perché altrimenti si corrono rischi inutili". "Non nascondo che nello spogliatoio siamo rimasti delusi dall'esclusione dalla Coppa Italia - ammette Lisi - abbiamo fatto tutto con le nostre mani. Avevamo ribaltato la sfida di Viterbo e poi in due minuti abbiamo buttato via la qualificazione. Tenevamo alla qualificazione, ma purtroppo abbiamo vissuto il classico blackout. E' stato un finale inaspettato perché eravamo in pieno controllo del match".

"La classifica adesso è migliorata anche se ancora ci sono moltissimi asterischi", commenta il nerazzurro. "Sabato incontreremo una nostra rivale diretta: stiamo preparando la partita nel migliore dei modi perché dobbiamo cercare la vittoria". "La partita di Carrara ce la siamo messa alle spalle. E' stata bruttissima, ma ci ha anche insegnato molte cose - analizza il numero 23 - sia per la prestazione che per l'atteggiamento quella gara è stata veramente negativa".