Roberto Gemmi: "Difficile giocare su questo campo. Sul mercato servirà equilibrio"

30.12.2018 17:00 di Marco Pieracci Twitter:   articolo letto 2930 volte
Roberto Gemmi: "Difficile giocare su questo campo. Sul mercato servirà equilibrio"

Il direttore sportivo del Pisa Roberto Gemmi ha parlato ai microfoni di 50 Canale, dopo il pareggio senza reti col Cuneo: "Oggi per entrambe le squadre il nemico maggiore è stato il campo. E' molto difficile giocare in questo tipo di situazione. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio ma è stata dura sia per noi che per il Cuneo. E' stata una partita poco spettacolare però siamo stati solidi, volevamo non prendere gol e sono sufficientemente contento. L'analisi dal punto di vista della classifica non si può fare perchè questo è un campionato disastroso e non sofferente come ha detto Ghirelli che forse si è dimnenticato del Pisa però non voglio trovare alibi. Dico solo che la classifica non è veritiera. Sicuramente mi aspettavo qualcosa di più da qualche giocatore, però il nostro obiettivo nel girone di ritorno è fare più punti di quelli ottenuti nell'andata. La sosta ci voleva perchè c'è bisogno di ricaricare le pile. Stiamo già lavorando, sappiamo dove migliorare e trovare calciatori che possano migliorare l'organico, con calma e equilibrio cercheremo di mettere delle pedine in più per rafforzare alcuni reparti, avendo due posti over siamo anche abbastanza liberi nelle scelte che andremo a fare. Verna è un giocatore importante, sarebbe un lusso, ci stiamo pensando ci farebbe piacere ma dipende dalla volontà del giocatore. Gamarra è un giovane, fa parte di un altro tipo di mercato, vedremo se tesserarlo. In difesa stiamo valutando dei profili. Il Torino non mi ha chiamato per Gori, ha delle richieste e ci fa piacere ma a gennaio non si muoverà da Pisa, deve procedere nel suo percorso di crescita e maturazione qui, senza bruciare i tempi. Oggi non vedo segnali di cambiamento nel nostro calcio, vedo situazioni sempre più confusionarie. Sono sempre dell'idea che è meglio fare che fare proclami".