Giuseppe Corrado: "Troppo presto per parlare di altri allenatori. Crediamo in Gautieri"

Questo articolo è offerto da Figurella Pisa, centro dimagrimento a Ospedaletto (PI) in via Volpe 92. Tel 050 500150
 di Marco Pieracci Twitter:   articolo letto 2815 volte
Giuseppe Corrado: "Troppo presto per parlare di altri allenatori. Crediamo in Gautieri"

Il presidente del Pisa Giuseppe Corrado era tra gli ospiti della prima puntata de "Il Processo di Biscardi" in onda lunedì su 7 Gold: "Abbiamo un progetto ambizioso per un club dal passato blasonato e importante - ha dichiarato il patron nerazzurro - malgrado questo inizio, vogliamo risalire subito in Serie B. Lo scorso anno siamo entrati in corsa ma abbiamo trovato una eredità difficile. Mi sembra troppo presto per parlare di altri allenatori visto che siamo solo alla terza partita e noi crediamo in Gautieri. Con Gattuso abbiamo avuto un rapporto umanamente corretto, poi come tutti gli altri allenatori è stato vittima dei risultati. Dopo il mercato di gennaio eravamo ripartiti bene, ma con la sconfitta di Vicenza e l'arrivo delle penalità qualcosa si è rotto. La squadra ha perso quasi tutte le partite all'Arena che doveva essere la nostra roccaforte grazie all'apporto dei tifosi. Gattuso era in scadenza di contratto e ognuno ha preso la sua strada. È un tecnico che si impegna molto e a Pisa ha lasciato un buon ricordo, soprattutto per quello che ha fatto nel primo anno e mezzo". Corrado ha parlato poi di una politica societaria attenta al settore giovanile: "Abbiamo ricostruito un settore giovanile che era allo sbaraglio. In prima squadra abbiamo due ragazzi come Birindelli e Favale che già lo scorso hanno debuttato in Serie B. Penso che entrambi siano destinati a una carriera importante. Tra i più giovani mi ha fatto una grande impressione Vincenzo Borriello (classe '93, nipote di Marco). Un bravo ai nostri scout che lo hanno scoperto a Napoli. Stiamo cercando di fare qualcosa di simile a quello che sta facendo la Lazio, costruendo una rete di osservatori in Italia e all'estero". Infine un parere sulla VAR: "Credo sia uno strumento utile, penso possa aiutare gli arbitri a sbagliare meno".