Le pagelle di Pisa-Piacenza 2-2

27.01.2019 23:25 di Andrea Chiavacci Twitter:    Vedi letture
Le pagelle di Pisa-Piacenza 2-2

Il Pisa non riesce più a vincere ma dopo il 2-2 con il Piacenza ha molto su cui recriminare. Il doppio vantaggio firmato dall’ex Pesenti non è bastato per vincere contro una big del campionato, che è tornata in partita grazie a un rigore molto contestato per un presunto contatto tra Sestu e Gori ( visto solo dal guardalinee) in area nerazzurra verso la fine del primo tempo e trasformato da Terrani. Nella ripresa dopo una bella occasione sciupata da Minesso, una clamorosa distrazione di Gori regala il pari a Nicco che segna da centrocampo con la porta sguarnita. Due tiri due gol, a fronte delle tante occasioni dei nerazzurri, soprattutto nel primo tempo, che nel finale non hanno la forza di rimetterla in piedi e rischiano addirittura di perderla su un tiro di Barlocco. Sarebbe stato davvero troppo. Il Pisa ha contestato molto l'operato della terna con mister D'Angelo espulso all'intervallo per proteste dopo il rigore che è apparso inesistente. I gialli a Gucher e Marin costeranno un turno di squalifica a entrambi. 

Gori 4,5: tante volte ha salvato il Pisa in questa stagione , purtroppo stasera commette una leggerezza che incide in maniera decisiva sul risultato. Sbaglia un rinvio dalla linea del fallo laterale e lasciando la porta vuota, Nicco ringrazia e segna il pari praticamente da centrocampo. Nel finale salva su un diagonale di Barlocco ma la frittata è fatta. 

Meroni 6: torna titolare dopo la serataccia con il Siena. Stavolta se la cava bene rischiando poco su Terrani al quale concede pochi spazi. Si fa male nella ripresa ( 63' Buschiazzo 6: non commette grosse sbavature).

De Vitis 6: riesce a cavarsela bene alla terza gara di fila da centrale difensivo. Prova anche ad alimentare l’azione offensiva e lo ritrovi spesso in area avversaria. Meno brillante nella ripresa dove subisce anche qualche colpo duro dagli avversari.

Benedetti 6: controlla Ferrari e si disimpegna senza grossi affanni. Un passo avanti dopo l’incertezza di Arezzo.

Lisi 5,5: troppa confusione. Sbaglia spesso l’ultimo passaggio e non salta quasi mai l’uomo nell’uno contro uno.

Verna 6: buon primo tempo, poi inizia a farsi sentire un po’ di stanchezza ( 74' Marin 6: un paio di buone aperture. Peccato per il giallo).

Gucher 6,5: solita gara di personalità. Ci prova dalla distanza e mette sulla testa di Pesenti la palla del raddoppio. Furibondo dopo il rigore concesso a Sestu viene ammonito dall'arbitro 

Di Quinzio 7: grandissimo primo tempo. Dai suoi piedi partono le azioni più pericolose e propizia il primo gol di Pesenti. Trascinatore.

Minesso 5,5: alcune buone cose ma è un po’ discontinuo. Spreca una grande occasione all’inizio del secondo tempo ( 67' Zammarini 5: prova a farsi vedere ma sbaglia troppi passaggi e non è mai pericoloso al tiro. Può far meglio di così).

Pesenti 7,5: due gol da vero attaccante alla sua ex squadra. Il primo con un tap-in da due passi, il secondo appoggiando di testa sul cross di Gucher. Dialoga bene con i compagni e non sembra arrivato da neanche 15 giorni.

Masucci 6: Fumagalli gli dice no due volte. La prima deviando il suo tiro sul palo a mano aperta dopo neanche un minuto , poi con un riflesso di piede dopo un gran pallone offerto da Di Quinzio. Qui l'attaccante nerazzurro poteva fare qualcosa in più ( 74' Moscardelli 5,5: si vede poco).

Piacenza: Fumagalli 6,5; Di Molfetta 6, Bertoncini 5,5, Pergreffi 5,5, Barlocco 6; Nicco 6,5 (90' Marotta sv), Porcari 5,5 (53' Corradi 6), Della Latta 5,5; Sestu 6, Ferrari 5 (79' Sylla sv), Terrrani 6 (53' Silva 6).