Le pagelle di Piacenza-Pisa 0-0

28.10.2017 09:00 di Andrea Chiavacci Twitter:   articolo letto 1788 volte
Le pagelle di Piacenza-Pisa 0-0

Il Pisa pareggia a reti bianche a Piacenza una gara avara di emozioni. Il punto non è da buttare ma rispetto a domenica è stato fatto un passo indietro sul piano del gioco. Pazienza cambiava ancora modulo passando al 3-4-2-1 con Eusepi unica punta e Masucci con Giannone, preferito a Di Quinzio, larghi ai lati. Filippini sale fin da subito a centrocampo e nella difesa a tre esordio dal 1’ in campionato per Sabotic dopo la prima mezz’ora ad Alessandria con Birindelli che resta in panchina. Dopo un buon avvio l’attacco era poco pungente ma in difesa i nerazzurri correvano pochi rischi, anche se nel finale di tempo si faceva un po’ fatica a destra e Petkovic era attento su un colpo di testa di Romero. Pur senza strafare il Pisa ha avuto qualche occasione sia nel primo tempo che nella ripresa dove Fumagalli era provvidenziale su un colpo di testa di Masucci. Non era facile contro una squadra reduce da due sconfitte di fila che ha cercato soprattutto di non concedere varchi al Pisa che tuttavia non è riuscito ad alzare i ritmi di gioco con una certa continuità. Bene Masucci, sotto tono i centrocampisti . Per Pazienza conquistare 4 punti  in due trasferte non facili rappresentano un bel risultato. Adesso vedremo se la società deciderà di andare avanti con il giovane tecnico che ha iniziato la stagione con la Berretti.

Petkovic 6: una bella parata sul colpo di testa di Romero in chiusura di tempo, poi anche stavolta fa quasi da spettatore. Da comunque sicurezza alla miglior difesa del torneo.

Sabotic 6,5: esordio dal primo minuto per lui nella difesa a tre vista solo nel finale di Alessandria. Gioca con discreta sicurezza e riscatta la brutta prova in coppa contro il Pontedera. Ottima una chiusura su Romero. Esce un po' affaticato dopo l'ora di gioco( 68' Ingrosso 6: la nota positiva è rivederlo in campo dopo quasi un mese. Non deve svolgere compiti terribili nel finale).

Lisuzzo 6,5: anche a tre guida con personalità il reparto. Contiene bene Romero che è il punto di riferimento dell'attacco biancorosso e gli concede una sola palla gol su gioco da fermo.

Carillo 6: nel finale di primo tempo soffre un po' le accelerazioni di Nobile e rispetto agli altri difensori soffre maggiormente il nuovo modulo. Cresce nella ripresa dove spesso va in attacco e cerca anche la porta in un paio di situazioni su palla inattiva. 

Mannini 5,5:  nel primo tempo non parte male e si fa notare per un bel tiro al volo, cala poi alla distanza restando sempre troppo lontano dalla porta.

Gucher 5,5: non riesce mai a velocizzare la manovra e a verticalizzare per gli attaccanti. Gara sotto ritmo per il talentuoso centrocampista austriaco che esce nel finale( 86' Maltese sv).

De Vitis 5,5: dopo la bella partita di Alessansdria anche lui soffre il centrocampo del Piacenza che non è tecnico ma molto dinamico con Della Latta e Morosini che mordono su ogni pallone.

Filippini 6: In un centrocampo a quattro fatica di più. Dal suo lato il Piacenza trova varchi maggiori soprattutto nel finale di primo tempo. Meglio nella ripresa dove mette anche un bel cross per Masucci.

Giannone 6: torna titolare e parte bene, sfiorando subito il palo con un tiro dal limite. Impegna Fumagalli in occasione del gol annullato a Masucci. Tra i più intraprendenti, anche se poi cala nella ripresa ( 66' Negro 5,5: Si ricorda solo un colpo di tacco. Non incide).

Masucci 6,5: il migliore tra i nerazzurri in avanti. Lotta e cerca di dare consistenza all'attacco. Sua la palla gol più nitida con un colpo di testa deviato in angolo da Fumagalli ( 86' Di Quinzio sv).

Eusepi 5,5: non gli arrivano tanti palloni e in avvio è bravo a giocare di sponda  per Giannone. Non è mai pericoloso al tiro ma rispetto ad Alessandria è più isolato.

 

PIACENZA: Fumagalli 6,5; Mora 6, Bini 6, Pergreffi 6, Masciangelo 6; Della Latta 6, Morosini 6, Segre 5,5; Nobile 6,5, Romero 6, Scaccabarozzi 6.