Le pagelle di Carrarese-Pisa 2-3

10.11.2017 09:00 di Andrea Chiavacci Twitter:    Vedi letture
Foto di Fabio Fagiolini
Foto di Fabio Fagiolini

Pisa folle, imprevedibile ma alla fine vincente. I nerazzurri dopo un primo tempo di sofferenza compiono una rimonta che a raccontarla ha dell'incredibile. Sotto di due reti a Carrara( gol del pisano Biasci e dell'ex Tavano e rigore sbagliato sullo 0-0 da Coralli) a venti minuti dal termine i nerazzurri ribaltano la situazione con una doppietta di Eusepi e un gol di Masucci. Decisivi i cambi di Pazienza soprattutto con gli ingressi di Maltese, Giannone e Eusepi nella ripresa. L'attaccante segna la sua prima doppietta stagionale ma il suo secondo gol è contestato dai padroni di casa che lo accusano di scarsa sportività. In realtà il Pisa il pallone alla Carrarese lo aveva restituito, poi Moschin ha perso troppo tempo ed Eusepi ne ha approfittato. Gol decisivo di Masucci ormai punto fermo dell'attacco. C'è però da lavorare come ha detto lo stesso Pazienza. Soprattutto in fase di non possesso e la difesa va riequilibrata anche se va detto che Ingrosso non ha giocato al top della condizione, inoltre mancavano Carillo per infortunio e Lisuzzo per squalifica. 

Petkovic 5,5: non ha colpe sul gol di Biasci, mentre su quello di Tavano respinge centralmente sul tiro di Cazè. 

Ingrosso 6: gioca in condizioni precarie e soprattutto nel primo tempo soffre moltissimo come tutti i compagni di reparto. Qualche errore in disimpegno che rimedia con un po' d'esperienza. E' bravo a stringere i denti, poi cresce nel secondo tempo.

Sabotic, 6: grandi difficoltà nel primo tempo anche per lui. Non commette comunque gravi errori come con la Pistoiese. Nel finale si fa valere di testa e per una bella chiusura sull'out sinistro.

Filippini 5: un po' d'ingenuità sul fallo da rigore ai danni di Coralli. L'attaccante gialloazzurro  grazia lui e il Pisa anche sul finire del primo tempo quando  che potrebbe costar caro. Biasci lo brucia in occasione del primo gol. Nella difesa a tre soffre.

Birindelli 6,5: Tavano gli ruba palla nella propria metà campo in occasione della rete che apre la partita, ma nel primo tempo è quello che che prova a spingere con maggior convinzione. Nella ripresa regala un bel pallone a Di Quinzio, che non lo sfrutta (68' Zammarini 6: si sacrifica nel momento decisivo della partita e concede pochi spazi ) .

De Vitis 6,5: nel primo tempo prova a giocar palla ma predica nel deserto. Quando gli apuani corrono meno riesce a dettare i tempi giusti per gli attaccanti.

Gucher 5: in difficoltà. Dispiace perché è un giocatore di classe e che mette sempre grande impegno, ma la sfida di Carrara conferma il suo momento no. Andamento troppo lento (54' Maltese 6,5: riequilibra la mediana recuperando palloni e gestendo al meglio situazioni complicate. Porta idee e linfa nuova) .

Di Quinzio 5,5: torna titolare dall'inizio ma nel primo tempo è quasi spettatore non pagante. E' più reattivo e propositivo nel secondo, però calcia in modo sbilenco con il destro da posizione interessante e poi alza di testa a pochi metri dalla porta (68' Giannone 7: uno dei cambi azzeccati da Pazienza. Calcia l'angolo che rimette in partita il Pisa e regala l'assist del gol vittoria a Masucci. Fosforo e fantasia)

Mannini 5,5 : il capitano non è al meglio ma tiene duro anche se spesso viene raddoppiato dagli avversari e non riesce ad alimentare l'azione offensiva a sinistra. Partita sofferta conclusa anzitempo per un po' di stanchezza (80' Favale 6: entra nei minuti decisivi e  da anche lui il suo piccolo contributo cercando di limitare i danni sulla fascia sinistra con buona personalità per un giovanissimo, che tra l'altro non giocava da diverso tempo)

Masucci 7,5: un gol che vale una vittoria e che forse può cambiare i destini di questo avvio di stagione. Con Pazienza è diventato il punto fermo dell'attacco: in quattro partite due gol, tre assist e tanti spazi aperti per i compagni. Mette lo zampino sul primo gol di Eusepi colpendo la traversa con il solito bello stacco di testa. Freddo ed elegante nell'occasione del pallonetto in uscita su Moschin che decide la gara. 

Negro 6: uno dei pochi a salvarsi nel primo tempo. Infatti la sua sostituzione sembra un azzardo. Ma il calcio è imprevedibile e riserva talvolta belle sorprese. Lui comunque sembra in crescita rispetto a qualche tempo fa (54' Eusepi 7,5: una doppietta che rimette in carreggiata il Pisa e lo rilancia dopo tante critiche. Carrara storicamente porta fortuna agli attaccanti nerazzurri che partono dalla panchina( Ambrosi nel 2003 e Scappini nel 2013 ). Lui stavolta è bravo a cogliere l'attimo prima con una zampata sotto misura, fondamentale perché arriva pochi minuti dopo il raddoppio di Tavano, poi con il discusso gol del 2-2 dove sfrutta l'incertezza di Moschin. Nel finale lotta come un leone e agguanta tanti palloni importanti).

CARRARESE: Moschin 4; Tentoni 6, Cason 5,5, Benedetti sv(4' Cazè 6), Possenti 6; Cardoselli 6 (52' Rosaia 6), Agyei 6; Vassallo 6, 5, Coralli 5 (62' Cais 5,5), Biasci 6,5, Tavano 7.