Fabrizio Brignani: "Felice della mia crescita. La squadra non fa calcoli: vuole soltanto vincere"

01.05.2019 14:00 di Andrea Martino Twitter:    Vedi letture
Fonte: Il Neroazzurro - 50 Canale
Fabrizio Brignani: "Felice della mia crescita. La squadra non fa calcoli: vuole soltanto vincere"

Dagli studi di 50 Canale, come ogni settimana, è andata in onda in diretta la puntata de "Il Neroazzurro". L'ospite speciale è stato Fabrizio Brignani: il difensore classe '98, proveniente dalla Primavera del Bologna, ha analizzato il periodo felice attraversato dalla squadra, soffermandosi anche sul suo personale percorso di crescita all'interno della rosa.

"Siamo veramente felici di quanto fatto nelle ultime settimane. Abbiamo la grande voglia di proseguire su questa strada, perché vogliamo proseguire il più a lungo possibile", afferma con decisione il numero 3 nerazzurro. "Sentiamo molto la spinta del pubblico - prosegue - è una carica pazzesca: si è creato un gran bel feeling fra noi e loro. E' bellissimo festeggiare insieme al termine di ogni partita sotto alla curva, sia in casa che fuori".

"Fin dal mio arrivo a Pisa ho trovato uno staff tecnico splendido. Luca D'Angelo, da ex difensore, ha sempre avuto ottimi consigli da darmi. Quando non giocavo mi ha sempre aiutato e non ha mai fatto mancare la sua presenza", sottolinea Brignani. "Anche quando sono rimasto fuori - prosegue - mi sono sempre allenato con concentrazione e intensità. Ma è un periodo che mi è servito comunque per crescere e migliorare. Sono riuscito a ritrovare continuità in campo: sono fiducioso e sto molto bene". "Quando gioco nella difesa a 3 c'è maggiore tranquillità nella gestione di tutti i palloni - spiega Brignani - mentre nella difesa a quattro c'è soltanto un altro centrale che copre la zona centrale. A Bologna aveva giocato principalmente nella difesa a quattro, ma devo dire che mi trovo molto bene anche nel sistema a tre".

"Vogliamo difendere a tutti i costi il terzo posto, e contro il Novara proveremo a vincere. Pensare a quello che abbiamo sbagliato nei mesi precedenti è inutile: adesso contano soltanto gli ultimi 90 minuti e poi i playoff", spiega il difensore centrale. "Fra le avversarie incontrate, quella che mi ha colpito maggiormente è stata la Carrarese nella prima parte della stagione. Anche a livello personale la gara a Carrara è un bruttissimo ricordo. Ma anche le due formazioni che si giocano il primo posto sono sicuramente due ottimi organici".