Antonio Montella a TP:"Lisuzzo pronto per il nuovo ruolo. Mi sarebbe piaciuto giocarmi la B in un'altra situazione"

15.07.2018 19:30 di Lorenzo V. Twitter:    Vedi letture
Antonio Montella a TP:"Lisuzzo pronto per il nuovo ruolo. Mi sarebbe piaciuto giocarmi la B in un'altra situazione"

Il lavoro e la tenacia con la quale lo si svolge paga alla lunga. Lo può confermare senz'altro Antonio Montella, arrivato a Pisa in un periodo burrascoso e ritagliandosi uno spazio importante in serie C con l'occasione anche di giocarsi la serie B. Adesso Montella è un punto fermo dell'Albinoleffe di Massimiliano Alvini con il quale ha raggiunto i playoff per il secondo anno consecutivo:"Quest'anno abbiamo fatto una grande stagione partendo bene e cancellando, con un gran finale, una parte centrale difficile. Purtroppo nella gara di ritorno contro la Feralpisalò dove ci sarebbe bastato anche un pareggio dovevamo e potevamo fare meglio, ma purtroppo è andata così. Siamo comunque felici di come è andata l'annata".


Il Pisa però è stata una esperienza troppo importante per Montella, che ha segnato la sua carriera


"Ho seguito ovviamente i risultati del Pisa anche quest'anno in una stagione altalenante. C'erano tutti i buoni propositi per tornare in serie B, ma non è stato semplice. Sono sicuro che con una società così forte guidata da persone serie come i Corrado, ci sia tempo e spazio per riprovarci".


Montella è felice di come si è giocato le sue carte in maglia nerazzurra


"Per il capitolo serie C sono contentissimo. Sono arrivato sotto la gestione Battini e poco dopo è cambiato tutto con Gattuso, con molti giocatori arrivati con me che se ne sono andati. Io invece ho avuto la fortuna di rimanere e scalare le gerarchie allenandomi sempre con impegno e dedizione e ottenendo alla fine quella storica promozione. La serie B invece purtroppo non è stata fatta in maniera serena  visto  quello che stava succedendo a livello societario e, come molti miei compagni, avremmo voluto giocarcela in un'altra situazione".


Andrea Lisuzzo ha da poco ufficializzato il suo ritiro dal calcio giocato, un giocatore che Montella conosce bene


"Andrea è un amico e tutt'ora ci sentiamo spesso. Il fatto che abbia lasciato il calcio giocato dispiace perchè uomini come lui ce ne sono sempre meno. Per me è stato un esempio a Pisa e credo rappresenti una perdita sportiva per tutti. Credo però che si sia già tuffato nella nuova esperienza con idee chiare per questo nuovo ruolo. Ha le potenzialità per farlo e gli faccio un grande in bocca al lupo".


Un altro compagno di Montella a Pisa è stato Umberto Eusepi, che vive momenti particolari dopo una stagione complicata


"Sinceramente non saprei cosa consigliargli per il suo futuro, credo che lui sappia benissimo cosa è meglio per lui e per la sua famiglia. Posso solo dire che è un ragazzo molto caparbio con doti indiscutibili e se dovesse rimanere a Pisa farà di tutto per fare meglio della precedente stagione".