La scheda sul Livorno

Questo articolo è offerto da Intergomma Service Quattro, pneumatici, revisioni e officina meccanica con sede a Ospedaletto in Via Aldrovandi 22 e a La Fontina in via Alamanni 6/A
12.04.2018 16:00 di Lorenzo V. Twitter:   articolo letto 985 volte
La scheda sul Livorno

Il Livorno è secondo in classifica, con un punto in meno della capolista Siena, ma con le ultime tre sconfitte consecutive che hanno pesato notevolmente, soprattutto dal punto di vista ambientale. Gli amaranto mantengono il miglior attacco del girone con 56 gol fatti e la quarta miglior difesa, alle spalle di Pisa, Siena e Monza. Di questi 56 gol ben 32 sono stati fatti in area (86%), più di tutti in campionato. Nonostante questi dati e il miglior attacco interno, il Livorno è secondo nella classifica dei minuti segna segnare in casa (335 a cavallo tra il ventunesimo e trentunesimo turno. La squadra di Sottil ha totalizzato più punti di tutti nei secondi tempi e in cinque occasioni nelle gare interne ha vinto match finiti in parità all'intervallo.

La tattica
Molte assenze in casa amaranto: tre squalificati (Borghese, Franco e Murilo) e gli infortunati Gasbarro e Baumgartner, oltre all'acciaccato Doumbia, che se recupererà potrà farlo probabilmente al massimo per un posto in panchina. Nel 4-3-1-2 che Sottil dovrebbe proporre sabato Mazzoni riprenderà il posto tra i pali, dopo che a Olbia aveva giocato Pulidori. Obbligati i centrali difensivi che saranno Pirrello e Gonnelli, mentre per il ruolo di terzini Pedrelli e Bresciani sono in vantaggio su Morelli e Perico. In mezzo al campo Valiani Bruno e Luci dovrebbero essere i titolari ma Kabashi e Giandonato sono stati presi in considerazione già nella precedente gestione del tecnico. In attacco invece Maiorino agirà alle spalle di Montini e Vantaggiato ma è possibile anche in virtù delle molte assenze che Sottil si possa affidare a un altro modulo, come il 4-2-3-1 o un meno probabile 3-5-2.