Ivan Maraia: "Per noi sarà una partita particolare. Mannini concentrato solo sul Pontedera"

17.04.2019 13:00 di Andrea Martino Twitter:    Vedi letture
Fonte: Il Neroazzurro - 50 Canale
Ivan Maraia
Ivan Maraia

Dallo scorso anno Ivan Maraia ha raccolto un'eredità pesante: la panchina del Pontedera, precedentemente occupata per cinque anni da Paolo Indiani, l'artefice insieme a Paolo Giovannini della rinascita granata e del ritorno del club nel professionismo. Dopo aver conquistato una meritata qualificazione ai playoff nello scorso campionato, quest'anno Maraia sta cercando di condurre per la seconda volta il gruppo a questo traguardo.

"La stagione che stiamo disputando è veramente importante", spiega Maraia. "Strada facendo, dopo aver centrato la salvezza, è venuta fuori la possibilità concreta di qualificarci per i playoff e cercheremo di raggiungere questo traguardo importantissimo per la nostra società". "Anche sabato scorso abbiamo cercato la vittoria con la Pistoiese - prosegue il tecnico granata - probabilmente con una vittoria avremmo chiuso il discorso della qualificazione agli spareggi. Ma le partite sono difficili per tutti, noi compresi, e lo scontro diretto con l'Alessandria dopo Pasqua potrebbe essere lo snodo decisivo della nostra stagione".

"Giovedì all'Arena Garibaldi vivremo una partita particolare, molto sentita da parte nostra. Ma al di là del confronto diretto con il Pisa, ciò che conta maggiormente sono i punti in palio necessari per raggiungere il nostro obiettivo". "I nerazzurri in questo momento sono in un ottimo momento, perciò le difficoltà aumentano ancora di più", sottolinea Maraia. "Qualche pareggio di troppo adesso si sta rivelando pesante per il Pisa. Il distacco dalla vetta purtroppo è ancora ampio e probabilmente la rimonta sul primo posto è quasi impossibile", afferma il mister granata.

"Tutta la rosa nerazzurra è molto forte - continua - nell'ultimo periodo mister D'Angelo è passato al 4-3-1-2, ma il modulo viene interpretato con caratteristiche molto particolari dovute alle abilità degli interpreti. Adesso inoltre la squadra è molto esperta, e quindi il Pontedera dovrà fare molta attenzione a tutti i particolari". "Per Daniele Mannini sarà una bella partita da vivere e giocare, senza alcuna recriminazione né nervosismi", evidenza il tecnico del Pontedera. "Non deve dimostrare niente a nessuno, ed è esclusivamente concentrato sulla sua squadra".

"In generale il campionato è apertissimo. Non è una frase fatta: tutti possono perdere con chiunque. Il campionato come vediamo sia in testa che in coda è incerto e molto combattuto. E' giusto che nessuno regali niente agli avversari perché questo è il vero senso dello sport e della professionalità", commenta Ivan Maraia. "In vetta la Virtus Entella ha rallentato e il Piacenza con lo scontro diretto a disposizione ha la grande possibilità di fare il colpaccio. Ma anche le altre partite possono riservare delle sorprese: ad esempio gli emiliani giovedì giocheranno a Lucca, dove verrà giocata una partita non scontata".