Cesare Albè: "Ho sbagliato a non togliere prima Pinto"

 di Marco Pieracci Twitter:   articolo letto 916 volte
Cesare Albè
Cesare Albè

Punto prezioso per la Giana Erminio, uscita imbattuta dalla sfida con il Pisa. Queste le impressioni post gara del tecnico dei lombardi Cesare Albè: "Andare a casa con il gol di Masucci all'ultimo sarebbe stato un disastro. Ad inizio primo tempo, con il Pisa spinto da una curva da serie A, abbiamo rischiato. Poi ci siamo assestati mettendogli un po' di difficoltà sugli esterni. E' stato bravo Pazienza a passare a 4 in difesa, ma ho sbagliato io a non togliere un sanguigno come Pinto, per uno come me che ha 40 anni di esperienza. Non mi sono accorto sinceramente dell'espulsione della quale mi ha avvertito il mio secondo, per cui non posso giudicarla. Facendo raffronti con Siena e Livorno dico che giocando li abbiamo fatto ancor più bella figura che non all'Arena. Siamo una buona squadra che ha perso qualcosa rispetto all'anno scorso. Pinardi è uno che far giocar bene la squadra e la sua assenza si è sentita nonostante il buon lavoro di chi l'ha sostituito. Taliento è un ragazzo giovane e, al di la della sua capigliatura, va tutto bene. So che è difficile rimanere così tanti anni sulla stessa panchina e delle volte mi vergogno, perché critico spesso i politici che stanno a Roma sulla poltrona fino a 70 anni".