Pisa-Grosseto, il Punto Tecnico

 di Black Dog Twitter:   articolo letto 1213 volte
Pisa-Grosseto, il Punto Tecnico

UNA MAVONOVRA LENTA, una difesa che senza Paci perde punti di riferimento e un’incredibile assenza di reazione nervosa: questo ha narrato Pisa-Grosseto.

CHIUSI Sono gli attaccanti del Pisa, compresi Frediani e  Napoli ali del 4-4-2 iniziali. Il Pisa imposta senza la dovuta velocità, tanto che i corner in serie a metà primo tempo nascono da palle rubate. Non è solo una questione di non sapersi smarcare (difetto che comunque c’è) quanto l’incapacità di essere rapidi nell’affondare. Tanto che sull’1-2 e con un uomo in più, il Pisa invece che cercare il fondo tenta con filtranti sia corti che lunghi. Ne è un esempio il largo triangolo Arma-Dicuonzo-Arma che porta al tiro al volo della punta al 77’.

SMARRITA È la difesa nerazzurra in assenza di Paci, sia schierata a 4 che messa a 3. A 4 nasce lo 0-1 con quattro errori in serie: Iori, Dicuonzo che non copre sul fondo, Sini e Lisuzzo che non guardano più  Pichlmann e Mandrolini che va a spasso arrivando nell’area piccola mentre Verna ha frenato ed è liberissimo di controllare e insaccare. Copn la difesa a 3 due limpide occasioni sprecate dagli avversari e subito dopo lo 0-2. A 4 il problema è di copertura, visto che Iori viene pressato fin sulla trequarti quasi sempre da due giocatori, da qui l’errore seppur grave) e che Mandorlini è apparso molto inadeguato per una mediana a due. A 3 il problema è che senza Paci nessuno può far da guida, vedi Lisuzzo che fa il libero davanti al portiere in occasione di entrambe le reti. 

AZZERATO È il serbatoio dal quale far scaturire la reazione nervosa in undici contro dieci e circa mezzora per pareggiare almeno la partita. E’ vero che non ci sono pirati in rosa, anzi qualcuno sembra perdersi alla prima difficoltà. Ma  anche le squadra meno dotate della Serie A (Cesena ed Empoli) spreme l’impossibile dal punto di vista della grinta e del sacrificio. A trasmetterli deve essere l’allenatore, Piero Braglia invece ultimamente sembra non riuscirci più e l’impressione è che da questo punto di vista le pezze fin qui ce le abbiano messe due grintose vecchie volpi come Paci e Morrone.