Il doppio ex Roberto Floriano: "Pisa è nel cuore nonostante annata deludente. A Carrara una delle migliori stagioni a livello personale"

22.11.2018 19:00 di Andrea Martino Twitter:   articolo letto 858 volte
Roberto Floriano
Roberto Floriano

Una mezza stagione in maglia nerazzurra, deludente per le aspettative che gravavano sulla squadra ma comunque positiva dal punto di vista personale. Un'intera annata con la Carrarese, con cui ha conquistato una salvezza sofferta ai playout disputando però uno dei migliori campionati in carriera in Serie C. Roberto Floriano è uno dei doppi ex della sfida in programma domenica 25 novembre al "Dei marmi", quando la formazione di mister D'Angelo sfiderà la macchina da gol allenata da Silvio Baldini. Per introdurre il match abbiamo contattato l'ex attaccante azzurro e nerazzurro, che adesso sta partecipando con ottime prestazioni alla ricostruzione del Bari, finito in Serie D a causa dei problemi finanziari della gestione Giancaspro.

"Pisa e Carrarese sono due fra le squadre meglio attrezzate nel Girone A", spiega l'attaccante. "Da una parte conosco il direttore Gemmi, anche se non ho mai lavorato con lui direttamente. E' un professionista che conosce il calcio, sa come muoversi in Serie C e secondo me è garanzia di serietà e successo. Il Pisa fa bene a seguire le sue indicazioni perché di persone come lui c'è un grande bisogno". "Conosco invece benissimo l'intera società della Carrarese - prosegue - visto che sono arrivati proprio in occasione del mio approdo in azzurro. Sono una proprietà seria, preparata e appassionata, e sono riusciti a riportare l'entusiasmo attorno alla squadra".

"Purtroppo i ricordi dei sei mesi in nerazzurro sono influenzati dal campionato che non è andato bene. Però a livello personale è una piazza che mi porterò per sempre nel cuore, perché la passione che si respira all'Arena Garibaldi è sempre emozionante". "A Carrara abbiamo vissuto un'annata difficile, salvandoci ai playout con un po' di fatica. Quell'anno segnai 11 gol e servii 10 assist, contro i soli 3 siglati a Pisa in un'ambiente parecchio strano. Credo e spero comunque di aver lasciato un buon ricordo nei tifosi pisani, con i quali mi sono congedato forse in sordina a causa delle scelte societarie che imposero la mia cessione".

"In carriera ho avuto la grande fortuna di giocare in piazze molto belle - spiega Floriano - partendo da Mantova, passando per Alessandria e citando Pisa, Foggia e la stessa Carrara. Adesso a Bari stiamo vivendo il periodo della ricostruzione con la forza di una società pazzesca alle spalle, che ci sta aiutando a pensare esclusivamente al calcio giocato e a centrare l'obiettivo. E' stata costruita una rosa che punta alla vittoria del campionato in un contesto però difficile, dove chiunque aspetta il Bari per fare la partita della vita". "E' un po' il concetto che caratterizza le partite del Pisa - continua - tutti aspettano i nerazzurri per fare la gara del campionato".

"Non voglio sbilanciarmi in pronostici in vista del match di domenica fra Carrarese e Pisa, perché non voglio scontentare nessuno", glissa Roberto Floriano. "Posso però dire che si affrontano due ottime squadre che, stando ai numeri, approcciano le partite in maniera opposta. I nerazzurri ormai dai tempi di Gattuso fanno della fase difensiva l'aspetto principale del gioco, anche se hanno evidenziato qualche difficoltà ad andare in gol. Conosco mister D'Angelo, e sicuramente troverà la soluzione a questo piccolo difetto. Dall'altra parte c'è una formazione che segna tantissimo e dà spettacolo, ma subisce altrettanto. Ci saranno tanti gol nella partita di domenica".