Ex nerazzurri: torna al gol Edgar Cani. Pazienza nuvo allenatore del Siracusa

05.11.2018 15:00 di Nicolò Gambassi   Vedi letture
Ex nerazzurri: torna al gol Edgar Cani. Pazienza nuvo allenatore del Siracusa

In massima serie vince ancora l'Atalanta con timbro del pisano Gianluca Mancini al secondo centro consecutivo in serie A. Pareggio senza reti tra Parma e Frosinone con Luigi Sepe che termina la gara senza subire reti. In campo anche Fabio Ceravolo ed Edoardo Goldaniga, due ex che hanno lasciato piacevoli ricordi con la maglia nerazzurra. In serie B finisce 2-2 tra Foggia e Brescia con rete decisiva per il pari dei biancoazzurri di Luca Tremolada. Pareggio anche tra Crotone e Carpi con calabresi in vantaggio grazie al gol di Molina su assist di Bruno Martella e pareggio degli emiliani nel finale. Ancora a secco di gol Andrea Arrighini.

In terza serie finisce 1-1 la gara tra Pro Vercelli e Novara con gli azzurri che schierava tra i titolari Umberto Eusepi e Diego Peralta. Oltre a questi due erano numerosi gli ex in campi in questa sfida che vedeva affrontarsi anche Leonardo e Massimiliano Gatto, Luca Crescenzi, Simone Moschin (panchina) e Andrea Sbraga. Tra l'altro entrambi i rigori che hanno deciso la sfida sono stati realizzati a seguito di un fallo di due ex: Crescenzi da una parte e Sbraga dall'altra. La doppietta di Francesco Tavano permette alla Carrarese di battere l'Albissola. Exploit della Ternana che espugna Monza con quattro reti una delle quali messa a segno da Marco Frediani. Vince il Ravenna con il timbro di Manuel Nocciolini (1-0 al Renate) mentre termina in parità tra Samb e Pordenone nonostante il vantaggio dei rossoblu siglato da Francesco Stanco. Nel girone C torna al gol Edgar Cani (Vibonese) nel 5-0 con cui i suoi regolano la Virtus Francavilla e sempre in questo girone è ufficiale l'approdo sulla panchina del Siracusa di Michele Pazienza che sostituisce il dimissionario Raciti ed esordirà mercoledì nella gara contro il Catania dell'ex Livorno Sottil che fu battuto lo scorso anno all'Arena Garibaldi nel derby con il Livorno.