TuttoPisa & Calciomercato: il punto della settimana

10.06.2018 19:00 di La Redazione Twitter:   articolo letto 2446 volte
Roberto Gemmi
Roberto Gemmi

Il Pisa è vicino alla tanto attesa svolta decisiva per iniziare a programmare la stagione 2018-2019. Sono ormai una certezza le dimissioni di Raffaele Ferrara. Al suo posto in pole position per il ruolo di nuovo diesse c’è l’ex Arezzo Roberto Gemmi. Più difficile la scelta dell’allenatore: resta probabile la conferma di Mario Petrone ma si guarda anche ad altri candidati. Piace molto Fabio Caserta della Juve Stabia. In settimana l'attesa conferenza stampa della società.

Giorni decisivi. Raffaele Ferrara ha già deciso. Non sarà liui il diesse del Pisa per la prossima stagione. Ferrara ha deciso di declinare la proposta dei Corrado che volevano concedere un’altra chance all’ex Reggiana, che però non ha accettato di allestire la squadra con un budget ridotto rispetto a quello della scorsa stagione. Adesso potrebbe toccare a Roberto Gemmi costruire il Pisa del futuro. Ad Arezzo nel 2016-2017 ha fatto un mezzo miracolo mettendo in piedi una squadra in grado di arrivare terza nella regular season senza fare follie ma attraverso un mercato molto oculato. Gemmi si è dimesso nel novembre scorso quando la società amaranto era quasi sul baratro. Gemmi risponde al profilo di giovane ambizioso che cerca la società per il dopo Ferrara. Invece Giovanni Corrado un ruolo di primo piano all’interno dell’area tecnica. Per quanto riguarda l’allenatore non è ancora tramontata l’ipotesi della conferma di Mario Petrone. Ma intanto il Pisa si guarda intorno. C’è stato un contatto con Fabio Caserta della Juve Stabia che attende di capire cosa vuol fare il suo presidente Franco Maniello. Caserta ha un contratto che scade il 30 giugno. Al momento però il Petrone bis sembra sempre l’ipotesi più probabile. Per quanto riguarda i giocatori si attendono novità sulla situazione di Andrea Lisuzzo: o allunga il contratto di un anno oppure farà il dirigente. Il “Sindaco” vuole ancora giocare. Intanto Verna potrebbe esser riscattato dal Carpi ma non è detto che resti. Ingrosso piace alla Salernitana, che però non si svenerà per il centrale nerazzurro, mentre il Catanzaro di Auteri è in forte pressing su Negro. Il primo affare in entrata potrebbe essere il portiere: Iannarilli della Viterbese o Rossi del Teramo. Piace il difensore centrale Pergreffi del Piacenza ma al momento nessun contatto reale, già un anno fa il giocatore era stato contattato dal Pisa. A centrocampo interessa De Rose della Casertana.

Le altre e i playoff. Tengono sempre banco le scelte per la panchina. L’Alessandria ha scelto Giovanni Lopez per tentare l’ennesimo assalto alla B. In settimana l’ufficialità. L’ex tecnico dei grigi Marcolini è seguito da tanti club, Pisa compreso, ma potrebbe chiudere per l’Entella. Il Cuneo è a un passo dall’ingaggio dell’ex tecnico del Teramo Antonino Asta. L’Arzachena ha confermato Giorico mentre l’Olbia dovrebbe promuovere l’allenatore in seconda Filippi. L’Arezzo sta sistemando i vecchi problemi societari e tra poco sceglierà il nuovo allenatore: non sarà Massimiliano Alvini che resta all’Albinoleffe. Aria nuova anche a Lucca con il nuovo diggì Fabrizio Lucchesi pronto a chiamare Pietro Tomei per affidargli il ruolo di diesse. A Lucca si guarda con interesse all’evolversi della situazione tra Petrone e il Pisa. Per quanto riguarda i calciatori Belingheri del Padova è a un passo dalla Ternana, mentre la Giana vuole il centrocampista Arrigoni della Lucchese. Il Rimini prende La Camera dalla Reggina, in settimana la firma. Grande attesa intanto per le semifinali playoff di ritorno in programma alle 20,30: Cosenza-Sudtirol e Catania-Siena. Chi gioca in casa deve rimontare l’1-0 dell’andata. In caso di parità assoluta supplementari e poi rigori. In palio la finale di Pescara.