Una grande occasione persa

12.02.2018 19:00 di Marco Pieracci Twitter:   articolo letto 1967 volte
Una grande occasione persa

Due punti persi, più che un punto guadagnato. Contro il Prato il Pisa fallisce l'ennesimo esame di maturità. E scivola di nuovo al quarto posto, scavalcato dalla Viterbese. Eppure stavolta le premesse sembravano quelle giuste. Con gli aggiornamenti da Livorno si profilava uno scenario che neanche il più inguaribile degli ottimisti avrebbe immaginato fino a qualche settimana fa: tornare a meno cinque dalla vetta, riaprendo quel file primo posto che pareva già archiviato. Il Pisa sarebbe dovuto entrare in campo con ferocia e determinazione per legittimare la propria superiorità sul piano tecnico. Invece l'approccio non è stato dei migliori. Ancora una volta, è servito un cazzotto per svegliare questa squadra, che non riesce a mantenere la stessa soglia di attenzione e intensità per tutta la gara. La reazione è stata importante se si guarda anche al numero di occasioni create ma è stata agevolata da un avversario che per sua natura concede tanto (seconda peggior difesa del torneo con 40 gol subiti). Alla fine per evitare la sconfitta è servita una prodezza di Gucher. Senza entrare nel merito delle scelte tecniche, non può lasciare indifferenti la decisione di non concedere neanche un minuto ad un giocatore con la qualità e l'esperienza di Daniele Mannini.