Scende in campo il "Pisa top team": il nuovo main sponsor dei nerazzurri è pisano al 100%

20.03.2019 17:00 di Andrea Martino Twitter:    Vedi letture
Scende in campo il "Pisa top team": il nuovo main sponsor dei nerazzurri è pisano al 100%

Giuseppe Corrado è visibilmente soddisfatto durante la presentazione del nuovo main sponsor del Pisa Sporting Club, che accompagnerà i nerazzurri fino al termine del campionato e durante tutto il percorso (si spera il più lungo possibile) dei playoff. Il "Pisa top team" rappresenta in pieno uno dei primi auspici e delle intenzioni più importanti che l'imprenditore piemontese di origine illustrò subito dopo aver rilevato la società insieme a Enzo Ricci: attirare nel progetto sportivo e commerciale il tessuto imprenditoriale cittadino e della vasta provincia. Proseguendo per gradi e per step successivi, si è arrivati alla giornata di oggi, mercoledì 20 marzo, quando lo Sporting Club ha potuto presentare il progetto spontaneo voluto e proposto da cinque aziende pisane che andranno ad occupare il posto di main sponsor sulle divise di gioco degli uomini di Luca D'Angelo.

"Pisa top team" è il risultato dell'unione di aziende che già fanno da sponsor al club di via Battisti, e non fa che confermare il fortissimo legame che da sempre caratterizza Pisa (intesa come città e come soggetto commerciale e imprenditoriale) con la prima squadra calcistica del territorio. Un connubio che da sabato 23 marzo, in occasione del big match con la Carrarese, sarà ben visibile sulle maglie indossate dai calciatori nerazzurri. Le imprese che hanno deciso di sostenere il Pisa con un investimento importante sono: Bertolini Assicurazioni, Toni Luigi, Eventours, Atal e Renato Lupetti. "Quando ho parlato di coesione sociale e unità d'intenti attorno al Pisa - sottolinea Giuseppe Corrado - intendevo proprio iniziative come questa. Gli imprenditori che hanno costituito il consorzio di sponsorizzazione si sono presentati spontaneamente per illustrare la proposta. Ovviamente il club ha colto con entusiasmo l'opportunità, e l'auspicio è che questo passo possa essere ripetuto anche da altri imprenditori di Pisa e provincia. Perché il progetto sportivo può decollare soltanto con la spinta unitaria dell'intero territorio: dalle istituzioni politiche passando per le attività commerciali, industriali e imprenditoriali".