Pro Vercelli fermato dalla neve, in vetta la coppia Piacenza-Carrarese, Novara e Pontedera scavalcano il Pisa

24.01.2019 20:45 di Maurizio Ribechini  articolo letto 827 volte
Pro Vercelli fermato dalla neve, in vetta la coppia Piacenza-Carrarese, Novara e Pontedera scavalcano il Pisa

Si è giocato ieri e oggi il terzo turno di ritorno del campionato di Serie C nel girone A. Una giornata contraddistinta fra le altre cose dal rinvio per neve del derby piemontese Alessandria-Pro Vercelli, con quindi la squadra ospite che perde provvisoriamente la vetta a vantaggio di Piacenza e Carrarese. Gli emiliani hanno infatti battuto 2-1 il Gozzano, mentre gli apuani hanno prevalso per 3-1 nel derby con la Lucchese. I piemontesi, ora in ritardo di 1 punto, hanno comunque da recuperare ben tre gare rispetto ai toscani e due rispetto ai piacentini.

L'amara sconfitta del Pisa ad Arezzo consente intanto agli amaranto di consolidare il quarto posto in solitaria. Mentre in quinta posizione si insedia adesso la Robur Siena, reduce dal successo sofferto ma prezioso 1-0 in casa sulla Pro Patria. Fa rumore invece l'inattesa sconfitta della Virtus Entella, che cade 2-1 ad Olbia e si ritrova al sesto posto, scavalcata appunto dai senesi: i liguri hanno comunque molte partite da recuperare su tutte le avversarie che le precedono.

A metà classifica successo del Cuneo per 2-1 nel derby contro la Juventus U23, mentre non si è giocata ieri pomeriggio Pistoiese-Pro Piacenza, con gli emiliani sempre più vicini all'estromissione del torneo.

Oggi si sono giocati infine due posticipi: nel primo pomeriggio il Novara ha sconfitto per 2-0 l'Arzachena, consolidando così la propria posizione in zona play-off. Mentre si è conclusa da poco la sfida Albissola-Pontedera coi granata che si sono imposti in trasferta per 2-1: decisiva un'autorete arrivata al 91° minuto. Sia i novaresi che i pontederesi salgono quindi a quota 32 punti, scavalcando così il Pisa in graduatoria di un punto. Anche se la squadra della Valdera ha disputato una gara in più sia rispetto ai cugini nerazzurri che ai piemontesi.