Ottimismo e senso della misura: il Pisa verso Arezzo 

21.01.2019 19:00 di La Redazione Twitter:   articolo letto 1240 volte
Foto: www.lanazione.it
Foto: www.lanazione.it

La giusta soddisfazione per una prestazione molto convincente come quella fornita contro il Siena. La comprensibile amarezza per un pareggio che sta stretto al Pisa che avrebbe meritato ampiamente i tre punti. La consapevolezza che solo dando continuità si potrà risalire la china e che la partita contro i bianconeri non dovrà essere un caso quasi isolato. Con almeno in parte queste convinzioni i nerazzurri sono già al lavoro per la trasferta di Arezzo prevista per mercoledì alle ore 18.30. Il tecnico Luca D'Angelo ritroverà il difensore Brignani che ha scontato la squalifica ed il centrocampista Marius Marin il quale ha smaltito il dolore per un colpo ricevuto nei giorni scorsi mentre saranno ancora ai box sia Liotti che Marconi i quali proseguono i rispettivi programmi di recupero. Potrebbero esserci alcune novità considerando le tre gare in sette giorni  ma è comunque difficile comunque, nonostante gli impegni ravvicinati, che D'Angelo stravolga il "nuovo" 4.3.1.2 varato contro il Siena, modulo peraltro di riferimento anche dell'Arezzo targato Dal Canto con gli amaranto reduci dalla sconfitta in casa della Pro Vercelli al termine di una sfida comunque equilibrata.

Sulla sfida in terra aretina potrebbe incidere - per entrambe le squadre ovviamente - il clima gelido previsto per mercoledì: attese nevicate a bassa quota e temperatura vicine allo zero nell'orario in cui è prevista la gara.