Luca D'Angelo: "Subita ingiustizia, giocheremo con tanta rabbia"

23.02.2019 12:30 di Marco Pieracci Twitter:   articolo letto 2580 volte
Luca D'Angelo
Luca D'Angelo

Vigilia di campionato per il Pisa, impegnato domani pomeriggio a Vercelli. Di seguito le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico nerazzurro Luca D'Angelo: "Partiamo tutti, c'è soltanto Buschiazzo da valutare che ha un problemino fisico però partirà con la squadra, Liotti è a disposizione, non può giocare dall'inizio ma una porzione di partita può farla. Affrontiamo una squadra forte, stiamo bene, perciò credo che verrà fuori una bella partita. Per vincerla dovremo fare una partita importante. Dobbiamo giocare con tanta rabbia in corpo per quello che ci è capitato, domani è una partita estremamente importante per noi. I cambi possono essere fondamentali. I quattro attaccanti stanno molto bene, la Pro Vercelli sa difendersi in maniera compatta però abbiamo la possibilità di fare gol, bisogna sfruttare le occasioni che ci capiteranno e limitare al massimo gli avversari. Moscardelli può subentrare ma anche giocare dall'inizio. Adesso sta bene sotto tutti i punti di vista, ci sarà spazio per lui anche in vista della Coppa Italia. Le palle inattive sono importanti, abbiamo dei grandi saltatori e recuperiamo un giocatore come Liotti che è molto bravo nel calciarli. Ci dedichiamo parecchio tempo e col Gozzano i risultati si sono visti. Marconi è pronto per giocare anche dall'inizio, sono dieci giorni che si allena a pieno regime. Siamo una squadra tecnica e perciò sul sintetico dovremmo trovarci bene. Affronteremo avversari di primissimo livello, sarà un mese importante ma il campionato finisce a maggio. La classifica ci impone di migliorare la posizione che abbiamo".

D'Angelo non nasconde la propria amarezza per quanto accaduto in settimana:"L'ho presa malissimo, la società ha cercato di calmarmi senza riuscirci perchè è sucesso qualcosa di molto grave. Questa situazione si poteva evitare sospendendo il campionato e rigiocando le partite del girone di andata perchè si sapeva che il Pro Piacenza non sarebbe arrivato a fine stagione. Non so se c'è più incompetenza o qualcosa di peggio, a me dispiace tanto perchè vedersi tolti tre punti è qualcosa di profondamente ingiusto. La cosa grave è che non ne parla nessuno come purtroppo capita spesso in Italia per non trovare colpevoli di fronte a situazioni così gravi. Ghirelli deve essere contento perchè se giocava la mia squadra io chiedevo di fargliene 70 di gol per un un semplice motivo, perchè fermarsi in campo e non fare gol è un illecito sportivo. Che lui non conosca questa regola è abbastanza grave vista la carica che ricopre. A me non me ne frega un c...o di quello che succede quando dico qualcosa perchè in questo momento sento di essere nel giusto".