Il punto sul calciomercato del Pisa: nessuna fretta ed obiettivi definiti

05.01.2018 13:00 di La Redazione Twitter:   articolo letto 2607 volte
Il punto sul calciomercato del Pisa: nessuna fretta ed obiettivi definiti

Il Pisa tornerà in campo lunedì 8 gennaio dopo una settimana di pausa con il campionato che riprenderà solo il 21 quando i nerazzurri ospiteranno il Monza all'Arena Garibaldi. In questi giorni a tenere banco è principalmente il calciomercato con la dirigenza che sta lavorando per concludere operazioni sia in uscita che in entrata. Come è normale che sia al club del Presidente Giuseppe Corrado vengono accostati moltissimi calciatori ed i motivi sono principalmente due: lo Sporting Club è meta ambita da molti calciatori per il blasone della piazza e la serietà della proprietà e poi sia chi deve cedere un calciatore sia alcuni procuratori per far alzare un po' il prezzo accostano il proprio tesserato o assistito ai club più importanti. Non è un caso che spesso siano citate società come Padova, Lecce o Catania quando si parla di nomi di primo piano. Detto questo, come anticipavamo, Giovanni Corrado e Raffaele Ferrara sono al lavoro per regalare al tecnico Michele Pazienza un rinforzo per reparto, ma senza troppa fretta. La società nerazzurra deve risolvere le questioni legate agli elementi che non rientrano più nei programmi e sono fuori da tempo, ovvero il difensore Polverini ed i centrocampisti Sanseverino e Zonta. Per i primi due ormai da giorni si parla di un possibile trasferimento alla Reggina (il fatto che non si sia ancora concretizzato lascia presagire che ci siano alcune cose da sistemare) mentre per l'ex primavera dell'Inter c'è in ballo un discorso con il Bassano club che avrebbe chiesto informazioni anche su Cernigoi attaccante sul quale si sono mosse anche Lucchese e Gubbio. In uscita anche Sabotic e forse sia Zammarini che Peralta non tanto per le qualità dei singoli quanto per la necessità di far sì che siano impiegati con maggiore continuità. In entrata, come ormai ampiamente noto , sono principalmente tre. Prima di tutto, anche numericamente, un terzino destro ruolo nel quale una suggestione davvero interessante sarebbe quella di Thiago Casasola ex Trapani che pare in uscita dall'Alessandria e può giocare sia centrale che terzino sinistro, ed inoltre è in lista under dato che si tratta di un 1995. L'operazione è complicata. In questo reparto altri profili presi in considerazione sono Simone Sales del Teramo, Johad Ferretti della Ternana e Lorenzo Paramatti del Gubbio. un centrocampista ed un attaccante. In mediana che alla dirigenza del Pisa piaccia Antonio Vacca è noto a tutti così come che tra il centrocampista del Foggia ed il DS Ferrara i rapporti siano ottimi è risaputo ma questo non significa che esista una trattativa anche se Vacca probabilmente lascerà la Puglia ma su di lui ci sono Parma e Perugia. Discorso simile per Federico Maracchi del Trapani che i siciliani non hanno intenzione di cedere. Giovanni Corrado lo avrebbe voluto in nerazzurro già lo scorso anno a gennaio. Giuseppe Rizzo della Salernitana è un altro elemento gradito e già trattato in estate quando però la trattativa non si concluse. In attacco probabilmente sarà fatto un sondaggio per Ettore Gliozzi centravanti classe 1995 di proprietà del Sassuolo ed in prestito al Cesena dove non ha trovato spazio. Sull'ex SudTirol è fortissimo l'interesse del Padova (che vuole anche Arrighini nel caso in cui il Cittadella decida di cederlo). Altro elemento gradito alla proprietà è Jacopo Manconi che a Carpi sinora non ha trovato spazio e cambierà maglia nel corso del mercato di gennaio.