110 anni di Pisa: Renzo Castelli e il suo primo incontro con Romeo Anconetani

09.04.2019 09:00 di Lorenzo V. Twitter:    Vedi letture
110 anni di Pisa: Renzo Castelli e il suo primo incontro con Romeo Anconetani

Per questa giornata speciale il giornalista Renzo Castelli regala ai lettori di TuttoPisa un breve racconto sul suo primo incontro con Romeo Anconetani, il Presidentissimo​​​​​​, la figura più significativa dei 110 anni di calcio a Pisa. 

"Sapevo chi era per la sua attività di mediatore di calciatori (era chiamato "mister 5 per cento") ma non conoscevo di persona Romeo Anconetani: Nell'aprile del 1978 mi trovavo in auto con un amico a passare per via Pascoli quando davanti a noi una Citroen di grossa cilindrata ci tagliò la strada. Era guidata, come in seguito appurammo, da Adolfo Anconetani che aveva accanto il padre Romeo. Dai finestrini volarono parole grosse fino a quando il mio amico scese dall'auto e si azzuffò con il guidatore dell'altra auto. Io e l'altro passeggero faccemo altrettanto. Il risultato fu che per quel'inizio di rissa in pieno centro cittadino fu chiamata una "volante" e finimmo tutti in Questura. Qui finalmente seppi che il mio "avversario" era il già famoso Romeo Anconetani. Adolfo aveva un taglio a un labbro e il mio amico un occhio pesto e tutti minacciammo reciproche querele. Ma
quando Romeo seppe che io ero un giornalista consigliò, e convinse, poliziotti compresi, che bisognava lasciar perdere tutti. Quando tre mesi dopo fece la sua conferenza stampa nella villa di via Rosselli io ero là. Lui mi riconobbe subito e disse: "Lei è quel prepotente". E io gli risposi: "Sempre meno di lei". Lì cominciò la nostra amicizia ma cominciarono anche le nostre zuffe giornalistiche".

Renzo Castelli