Le gare storiche dei nerazzurri: Cremonese - Pisa 1986-87

25.07.2014 18:00 di Nicolò Gambassi  articolo letto 2606 volte
Fonte: 1908-2008 Un secolo di calcio a Pisa
I tifosi nerazzurri allo Zini
I tifosi nerazzurri allo Zini

21 GIUGNO 1987, una data storica per il calcio pisano. I nerazzurri guidati da Gigi Simoni compiono l'impresa vincendo allo “Zini” di Cremona ottenendo così il lasciapassare per la promozione in massima serie, ma il finale di stagione ha a dir poco dell'incredibile.

 

Iniziamo però dalla terz'ultima di campionato quando il Pisa che sembra ormai prosciugato da un campionato vissuto sempre tra le prime posizioni è atteso dal Cagliari già retrocesso. I nerazzurri passano grazie alla rete di Cuoghi all'inizio della ripresa ma negli ultimi minuti accade di tutto: Piras pareggia e, al 90', con il Pisa tutto in avanti per cercare la rete del vantaggio Pecoraro si fa metà campo indisturbato e batte Mannini per il definitivo due a uno così a due gare dal termine la classifica dice: Cremonese 42, Pescara e Cesena 41 e Genoa e Pisa a 40 punti.

Romeo Anconetani per spronare la squadra lancia un comunicato dove indica i punti da seguire affinchè la squadra ottenga la promozione tra cui allenamenti e partitella del giovedì all'Arena per ricevere l'incoraggiamento del pubblico e questo sembra funzionare. Inoltre il Presidentissimo rilancia offrendo la trasferta decisiva dell'ultima gara contro la Cremonese a 10.000 lire, tutto compreso.

Il Pisa e i pisani iniziano a crederci e alla penultima, con un' Arena Garibaldi esaurita la Lazio alla ricerca di punti salvezza viene sconfitta per tre a zero grazie alla doppietta di Piovanelli e alla rete di Cecconi. Così prima dell'ultima giornata la classifica recita: Cremonese 43, Genoa Pescara e Pisa a 42 e Lecce a 41 punti.

I nerazzurri devono far vista allo “Zini” per una finale in cui agli avversari basteranno due risultati su tre per accedere alla massima serie (tenendo conto che in quegli anni venivano promosse le prime tre squadre classificate). I grigiorossi sono molto convinti dei propri mezzi, non avendo mai perso in casa e essendo stati in testa per tutto il campionato cosicchè sono già stati preparati pure i manifesti della promozione da appendere in città.

Nei giorni precedenti la gara si ferma pure Mannini perciò Simoni deve affidarsi a Grudina.

 

Furono ben 5.000 i tifosi di fede nerazzurra che raggiunsero Cremona con ogni mezzo facendo un tifo infernale nel settore ospiti con fumogeni, bandiere e striscioni (celebre quello in cui era scritto: “la nostra lotta comincia adesso”). Alla mezzora Cecconi viene atterrato in area e il D.G. Lanese concede la massima punizione ai nerazzurri. Dal dischetto si incarica Sclosa che, sotto il muro dei pisani, spiazza Rampulla per il vantaggio del Pisa. Pochi minuti dopo il cross di Cuoghi dalla destra trova Piovanelli in area che, con un magnifico colpo di testa in tuffo batte ancora il portiere tra l'incredibile esultanza dei pisani per un gol destinato a restare nella storia grazie anche alla celebre citazione: “Piovanelli, Piovanelli ed è il due a zero, alto numero di gran classe di Lamberto Piovanelli”.

Prima dell'intervallo la Cremonese accorcia grazie al rigore di Nicoletti perciò il secondo tempo sarà vissuto trattenendo il fiato dai supports pisani presenti allo “Zini” e quelli rimasti in città ma il Pisa seppur stremato riesce a reggere senza particolari pericoli e così al fischio finale è serie A con talmente tanta gioia pari a quella che è stata la sofferenza in stagione.

La classifica dopo l'ultimo turno reciterà infatti Pescara e Pisa 44 punti e promosse in serie A, con Cesena Cremonese e Lecce appaiate a 43 punti ma i grigiorossi non riusciranno a riprendersi perdendo 4-1 contro il Lecce e 1-0 contro il Cesena dimostrando di non essersi ripresa dallo schiffo psicologico preso nella gara contro il Pisa di quel incredibile 21 giugno 1987.

 

IL TABELLINO:

 

Cremonese: Rampulla, Gualco, Citterio, Viganò, Montorfano, Torri (67' Finardi), Lombardo (63' Galletti), Bongiorni, Nicoletti, Bencina, Chiorri. All.: Mazzia.

 

Pisa: Grudina, Caneo, Lucarelli, Faccenda, Cavallo, Mariani, Cuoghi, Sclosa (54' Gori), Piovanelli, Giovannelli (77' Chiti), Cecconi. All.: Simoni.

Arbitro: Lanese di Messina

Reti: 28' Sclosa (rig.), 42' Piovanelli, 44' Nicoletti (rig.).