Gol nerazzurri: il colpo di genio di Mario Been

25.06.2018 13:30 di Andrea Chiavacci Twitter:   articolo letto 1552 volte
Gol nerazzurri: il colpo di genio di Mario Been

Nell’immaginario dei calciofili di tutto il mondo esistono i gol alla Maradona, alla Baggio, alla Del Piero o alla Ronaldo ( che sia il brasiliano o il portoghese) a Pisa esiste il gol alla Mario Been. Per chi lo ha visto il gol dell’olandese contro il Messina fu un vero colpo di genio ma anche chi non c’era l’ha sentito raccontare per anni, tanto che dopo il gol di Florenzi in Roma-Barcellona di tre anni fa qualcuno ha paragonato le due prodezze.

Istinto e follia.  Il 28 ottobre 1989 i nerazzurri allenati da Luca Giannini sono lanciatissimi in testa alla classifica del campionato di Serie B e reduci da una roboante vittoria per 4-1 a Brescia ospita il Messina. Il Pisa, in maglia bianca, parte decisamente all'attacco ma non è facile trovare i varchi giusti contro la squadra allenata da Scorsa. Al 28' lo stopper Alessandro Calori recupera in difesa e palla a terra serve a destra Mario Been. L'olandese controlla con il destro e supera il cerchio di centrocampo, avanza leggermente vede il portiere Ciucci fuori dai pali, prende la mira e lascia partire un destro che scavalca il portiere giallorosso e lascia un attimo sorpreso il popolo dell'Arena. La palla si infila in rete e Been istintivamente fa un gesto di ringraziamento intrecciando le mani e poi saluta a braccia levate la vicina tribuna, quasi incredulo, prima di venire sommerso dall’abbraccio dei compagni. Una prodezza immensa di un giocatore dotato di enormi mezzi tecnici che a Pisa ha lasciato un grande ricordo con il suo genio e la sua sregolatezza. Per la cronaca in quel pomeriggio d'autunno il Messina pareggia con Bronzini al 43', ma Piovanelli a pochi secondi dal 90' segna sotto la curva nord il punto del 2-1 che tiene in testa la corazzata nerazzurra che a fine stagione conquista la promozione in serie A assieme a Torino, Cagliari e Parma.