Gol Nerazzurri: con Ciotola e Castillo Ferragosto ok

Questo articolo è offerto da Palestra Zone Via Agostino Bassi 10, 56121 Pisa (zona Ospedaletto)
15.08.2018 14:00 di Andrea Chiavacci Twitter:    Vedi letture
Gol Nerazzurri: con Ciotola e Castillo Ferragosto ok

Esattamente undici anni fa il Pisa di Ventura muoveva i suoi primi passi verso una stagione all’insegna del calcio spettacolo. E pensare che fino a cinque minuti dalla fine della partita sul neutro di Pistoia con il Brescia nessuno poteva immaginare che quella squadra riuscirà a vincere ben 12 partite fuori casa e lottare per la A dando lezioni di calcio quasi dappertutto.

Gol belli e importanti. Il Pisa gioca bene ma il Brescia di Serse Cosmi passa con Possanzini al 12' del secondo tempo. Il 4-2-4 venturiano, che a tratti diventa un 4-3-3, ha bisogno di essere collaudato e il tecnico deve ancora scegliere  i titolari in ottica campionato. In quel debutto la coppia d’attacco è composta dall’argentino Castillo, reduce da 5 gol nel Frosinone e un passato a suon di gol ma nelle serie minori, e il giovane Ciotola (raramente sarà titolare in campionato) con Kutuzov alle loro spalle. Due le mosse vincenti: l’ingresso di Cerci per D’Anna e quello di Genevier per Braiati. Il Pisa preme sull’acceleratore e ribalta la situazione. A cinque minuti dalla fine Cerci vede Kutuzov che si inventa un numero nello stretto e serve Ciotola, che anticipa l’uscita di Viviano e lo batte con un pallonetto preciso e beffardo. Ormai ci ha preso gusto dopo quello ben più famoso realizzato al Monza. Al 92’ viene completata l’opera: Cerci va via sulla destra, facendo impazzire i suoi ex compagni di squadra e schiumare di rabbia il suo ex allenatore Cosmi, crossa al centro dove "Nacho" Castillo è puntuale all’appuntamento con il colpo di testa vincente. Gli scettici iniziano a capire che il diesse Petrachi con poche chiacchiere, pochi soldi e tanti fatti ha costruito una grande squadra. Il 2-1 di quello che di lì a poco diventerà il bomber più prolifico del Pisa in B vale come gioco, partita e incontro. Il Pisa al secondo turno viene fermato solo da una tripletta di Lavezzi, al debutto in Italia, che permette al Napoli di superare i nerazzurri al San Paolo ribaltando la prima prodezza stagionale di Kutuzov. E’ l’inizio di una grande avventura fatta di gol ed emozioni uniche.