Entella-Pisa 2016: uno 0-0 con tanti rimpianti

02.11.2018 19:00 di Andrea Chiavacci Twitter:   articolo letto 696 volte
Entella-Pisa 2016: uno 0-0  con tanti rimpianti

Il Pisa ha giocato solo due volte in casa della Virtus Entella in gare di campionato. L'ultima alla terza giornata della stagione 2016-2017 in B. I ragazzi di  Rino Gattuso misero alle corde una squadra che in casa era praticamente imbattibile. Due traverse per i nerazzurri che portarono a casa comunque un prezioso 0-0.

Mannini spaventa i liguri. La Virtus Entella di Breda non perde in casa da 11 gare e l’incontro è fin da subito giocato a ritmi alti. Il Pisa prende il controllo delle operazioni ed è subito pericoloso con  Mannini che al 10’ impegna Iacoucci su punizione. Guidato dall’ex di Turno Di Tacchio, tra i migliori in campo,  il Pisa spezza spesso il gioco dell’Entella per diventare pericoloso in contropiede. Al quarto d’ora Lores Varela serve in verticale Mannini che trova ancora pronto Iacobucci. L’Entella Inizia ad esser pericoloso sulle fasce e con Masucci ( adesso in nerazzurro) che prova a dialogare con il bomber Caputo, ma Del Fabro e Lisuzzo chiudono ogni varco e gli attaccanti liguri finiscono spesso in fuorigioco. Ci prova da lontano l’ex Tremolada, ma la mira è imprecisa. L’occasione più nitida del primo tempo la crea il Pisa al 41’ con  Cani che fa una gran sponda in favore di Mannini, stavolta Iacobucci non ci arriva ma la palla coglie in pieno la traversa, poi colpisce la schiena del portiere e termina in angolo.

Impresa sfiorata. Nella ripresa l’Entella parte meglio ma il Pisa si difende con ordine. Ujkani non fa fatica a neutralizzare due colpi di testa di Caputo, più pericoloso Masucci con un sinistro da fuori area che sfiora il palo. Il Pisa però è in buona serata. I nerazzurri creano molti pericoli su palla inattiva. Mannini pesca in area Del Fabro che gira di testa a colpo sicuro ma sfiora il palo. Intorno alla mezz’ora Longhi colpisce una traversa. Il Pisa capisce che può farcela e Gattuso inserisce anche Peralta e Montella in attacco. Quest’ultimo si trova sui piedi la grande chance al 93’, Iacobucci pasticcia poi Iacoponi salva sull’accorrente Eusepi. I tanti tifosi nerazzurri applaudono la squadra che si appresta a vivere di nuovo un momento difficile a livello societario, quando sembrava che la svolta fosse dietro l’angolo.