Pisa si fa bella: è la notte della Luminara. Domani il Palio di San Ranieri

 di La Redazione Twitter:   articolo letto 1079 volte
Fonte: Pisa Informa Flash
Pisa si fa bella: è la notte della Luminara. Domani il Palio di San Ranieri

Solitamente il nostro portale TuttoPisa.it si occupa esclusivamente di calcio e sport ma questi sono giorni particolarmente importanti e sentiti per la nostra città: stasera la storica Luminara e domani San Ranieri. Andiamo a scoprire dettagli e programmi grazie al sito PisaInformaFlash​.

Sui Lungarni si rinnova ogni anno, all’imbrunire del 16 giugno, l’incantesimo della Luminara di San Ranieri. I lumini vengono meticolosamente deposti in bicchieri, ed appesi in telai di legno, dipinti di bianco (in gergo: "biancheria"), modellati in modo da esaltare le sagome dei palazzi, dei ponti, delle chiese e delle torri che si affacciano sui lungarni pisani. Quest’anno sarannoilluminati 133 palazzi. In totale 110mila lumini che specchiandosi sull’Arno creano un meraviglioso e suggestivo spettacolo unico al mondo iscritta nella lista dei Patrimoni Italiani Unesco. «Quasi 20 km di biancheria che negli ultimi anni è stata completamente rinnovata – così il dirigente alle manifestazioni storiche Michele Aiello - In più l’illuminazione di cinque rotatorie all’accesso della città e del monumento alle Bocchette: due sulla Tosco-Romagnola, la rotonda tra via Cisanello e via Maccatella, quella sull’Aurelia all’incrocio con via Andrea Pisano e la rotatoria tra via Lucchese e via del Brennero». 
Il programma - Alle 15 entreranno in campo 300 persone con 44 autoscale per iniziare l’accensione dei lumini che faranno entrare ancora una volta Pisa nella magia della notte di San Ranieri. Alle 21 circa l’accensione dell’illuminazione della Torre Pendente. In piazza dei Cavalieri dalle 21 alle 23 uno spettacolo dedicato a Kinzica. Alle 23.15 circa l’inizio dello spettacolo pirotecnico-musicalesui lungarni, con 16 chiatte posizionate sul fiume, record assoluto, dal ponte della Cittadella al ponte della Fortezza, e una postazione alla Cittadella. Per la musica saranno posizionate 10 torri layer lungo tutti i lungarni dove vengono sparati i fuochi. Nei pressi dello scalo dei Renaioli ci sarà una postazione riservata ai disabile per consentire a tutti di godere appieno dello spettacolo.

Il Palio di San Ranieri - Nel giorno del santo patrono il 17 giugno di ogni anno, si svolge il palio remiero di San Ranieri: le quattro imbarcazioni che rappresentano i quattro antichi quartieri della città si confrontano sulle acque dell'Arno. Ogni quartiere è contraddistinto dai propri colori: rosso per San Martino, verde per Sant'Antonio, celeste per Santa Maria, giallo per San Francesco. Saranno allestiti due maxischermi, sia per il Palio sia per la Regata, uno all’altezza di Ponte Solferino e uno all’altezza di Ponte della Fortezza. Il programma – Alle 21 la regata dei gozzi che determinerà l’ordine di partenza della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare di domenica. Alle 21.30 la sfilata sul fiume con l’esposizione della Pala di San Ranieri e il corteo dei figuranti del palio e allievi della Scuola di Formazione delle Manifestazioni Storiche del Comune. Alle 22.30 la partenza, arrivo allo Scalo dei Renaioli. Il percorso del Palio: 1500 metri controcorrente dal Ponte della Cittadella presso la sede dei Canottieri Arno ed arrivo allo Scalo dei Renaioli. Le imbarcazioni impiegate si ispirano alle tipiche "fregate " dell'ordine dei Cavalieri di Santo Stefano: sono costruite in vetroresina a sedile fisso. L'equipaggio è formato da otto vogatori, il timoniere ed il montatore. Quest'ultimo si deve arrampicare su uno dei 4 canapi che raggiungono la sommità di un pennone alto 10 metri, posto al traguardo, e afferrare il palio azzurro, simbolo della vittoria. Due (simbolici) paperi invece rappresentano il poco ambito riconoscimento per gli ultimi classificati.