Raffaele Ferrara: "Cambiare molto rispetto allo scorso anno è un fatto quasi automatico. Arriveranno calciatori che conoscono la categoria"

 di La Redazione Twitter:   articolo letto 4758 volte
Fonte: Il Tirreno - Andrea Chiavacci
Raffaele Ferrara: "Cambiare molto rispetto allo scorso anno è un fatto quasi automatico. Arriveranno calciatori che conoscono la categoria"

Dalle colonne del quotidiano "Il Tirreno" parla il Direttore Sportivo dell'AC Pisa 1909 Raffaele Ferrara. Tra i tanti temi affrontati quella della scelta di Gautieri come nuovo tecnico: "Sia io che il presidente e il figlio Giovanni eravamo convinti fin da subito che fosse l'uomo giusto. Ci ha convinto perché è una persona seria e ha idee calcistiche che piacciono a noi. Gautieri intende il calcio in maniera propositiva e punta sul bel gioco. Adotta un 4-3-3 dove non si perde di vista l'equilibrio". Ferrara parla anche della rivoluzione dell'organico: "Questo è un fatto quasi automatico. Non è una forzatura, ma una conseguenza quella di cambiare molto, anche perché diversi giocatori sono già tornati alle società di appartenenza e non sono tanti quelli che vogliono restare. La serie C è un campionato dove servono caratteristiche diverse rispetto alla categoria superiore". In merito alle possibili conferme invece di Lisuzzo e Mannini il DS si esprime così: "Rispetto ad altri dovrebbero restare, visto che hanno anche rinnovato da poco". Tanti i calciatori accostati al Pisa, compresi due elementi che Ferrara conosce bene come Sabotic (difensore attualmente alla Reggiana) e Bruccini (centrocampista in forza alla Lucchese): "Non sono obiettivi semplici perché sono entrambi sotto contratto. Sono giocatori che conosco bene, ma non voglio sbilanciarmi. Sicuramente punteremo su gente funzionale al progetto e che conosce la categoria".